PoliticaPrimo Piano

Senato: Salta riapertura del condono edilizio. Legambiente esulta

Condono edilizio annullato. Foto Internet

Non avverrà la riapertura del condono edilizio come proposto dal Pdl: il Senato vota a sfavore con Lega, Pd, Idv e Udc e astensione di Coesione nazionale. Resta dunque bloccata almeno fino al 31 dicembre 2012 la riapertura della sanatoria edilizia del 2003: questa era inclusa nella proposta del senatore Nitto Palma, chiedeva la possibilità di aderire al condono edilizio (Dl 269/2003) per i residenti nella Regione Campania.

Il condono edilizio era a sua volta stato bloccato da una sentenza della Corte Costituzionale, la quale stabilisce il “blocco” fino al 31 dicembre di quest’anno. Salta dunque la riapertura della sanatoria dal calendario d’Aula del Senato.

L’intento del Ddl 3134 di Nitto Palma: Il senatore, con la suddetta proposta, intendeva bloccare le demolizioni degli edifici abusivi sul territorio campano. La proposta includerebbe anche l‘abusivismo edilizio che ha colpito senza cognizione di causa anche ambiente e paesaggio, collidendo con la messa in sicurezza del territorio nazionale.

Da qui le reazioni di Legambiente: Vittorio Cogliati Dezza, direttore dell’associazione, ha infatti commentato con puntuale criticità che “il Paese necessita di interventi di messa in sicurezza del territorio e di risanamento ambientale e riqualificazione del patrimonio edilizio“. Tutto ciò va a cozzare “con la politica dei condoni, che ogni volta produce nuovo abusivismo, moltiplica i cantieri illegali” ed espone il territorio a nuovi e pericolosi rischi.

Ignazio Cusimano

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.