PoliticaPrimo Piano

Seminario AnciSicilia su tributi locali e legge stabilità a Catania

“I tributi locali alla luce delle innovazioni legislative della legge di stabilità 2014”, questo il titolo del seminario, curato dall’AnciSicilia in collaborazione con Ifel (Istituto per la Finanza e l’Economia Locale), che si svolgerà giovedì 13 febbraio, a partire dalle 9, nell’Auditorium Libero Grassi di Palazzo dei Chierici a Catania.

“Riteniamo utile fornire occasioni di formazione e conoscenza agli amministratori e ai funzionari dei comuni siciliani – spiegano Leoluca Orlando e Mario Emanuele Alvano, rispettivamente presidente e segretario generale dell’AnciSicilia – in un ambito particolarmente complesso come quello dei tributi locali che è stato oggetto, negli ultimi anni, di numerosi interventi normativi che, spesso, hanno contribuito a complicare i processi anziché semplificarli. I seminari rappresentano, in particolare, un’occasione per approfondire le novità introdotte dalla legge di stabilità nazionale per il 2014 e per garantire ai cittadini informazioni adeguate sul rapporto tra imposte locali e servizi resi”.

Intanto l’AnciSicilia ha registrato un grande successo di adesioni al seminario svoltosi ieri mattina a Palermo. Il grande interesse dimostrato dai comuni siciliani per i temi trattati, ha indotto l’Associazione a replicare la giornata di studi organizzata nel capoluogo siciliano, fissando per il 26 febbraio un nuovo incontro. Le iscrizioni, in particolare, hanno superato le attese oltrepassando i 150 iscritti, tra amministratori e funzionari provenienti da buona parte dei comuni siciliani, per ciascuno degli appuntamenti previsti.

La giornata di studi che si svolgerà a Catania, si inserisce nel ciclo di incontri che, già da qualche anno, l’Associazione dei comuni siciliani organizza per offrire alle amministrazioni comunali formazione in materia di finanza e fiscalità.

Nello specifico, gli approfondimenti tematici, curati da Lucio Catania, segretario comunale ed esperto di tributi locali, riguarderanno: Imu e mini-Imu, Tasi, Tari, la tracciabilità degli affitti, le cartelle esattoriali, il peso dei tributi locali negli ultimi anni e le conseguenze per i bilanci comunali nel passaggio tra Imu e Iuc.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.