Politica

Scuole materne, Spallitta: “Non subordinare l’iscrizione al pagamento dei tributi”

Il consigliere comunale di Palermo Nadia Spallitta (foto Facebook)

Il consigliere comunale Nadia Spallitta – gruppo Italia dei Valori – vice presidente vicario del Consiglio Comunale di Palermo e componente della commissione Affari Istituzionali, ha dichiarato:

“Oggi, giovedì 23 agosto, alle 17, avrà luogo la seduta del Consiglio Comunale. All’ordine del giorno una proposta dell’Assessorato all’Istruzione, di modifica del regolamento delle scuole materne, che prevede l’estensione della facoltà d’iscrizione alle scuole materne del Comune di Palermo anche da parte dei non residenti, e che include altresì l’abrogazione del requisito del pagamento dei tributi, ai fini dell’iscrizione dei bambini alla scuola materna.

Sulla prima modifica è intervenuto – in prima Commissione – un emendamento da me proposto, nel senso che l’estensione dell’iscrizione alle scuole materne, di bambini non residenti, è comunque subordinata alla presenza di posti vacanti, una volta esaurite le domande dei residenti.

La seconda modifica al regolamento, risponde ad un principio costituzionale di uguaglianza e diritto all’istruzione che coinvolge tutte le scuole, e che non può essere condizionato al regolare pagamento dei tributi. In particolare, esistono specifiche sanzioni alle violazioni in materia erariale già previste dalla legge , che non include tra queste sanzioni l’impossibilità di iscrivere i propri figli alla scuola materna. Appare quindi corretto e condivisibile la modifica al regolamento”.

Comunicato Stampa

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Un Commento

  1. In un Paese come il nostro, in cui i finanziamenti vanno alle scuole private di chi non ha problemi a pagare le rette mentre chi fatica ad arrivare a fine non mese non può ottenere il “lusso” di iscrivere i propri figli agli asili comunali, non mi soprende vedere regolamenti così assurdi.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.