Primo PianoScuola & Università

Scuola: “Gli alunni del Sud più bravi di quelli del Nord”. Ma è vera gloria?

Foto Internet

Chi sono più bravi? Gli alunni del Nord o quelli del Sud? A quanto pare, stando ai dati pubblicati dal Ministero dell’Istruzione e delle Ricerche, i ragazzi che frequentano le medie e vivono nel Meridione hanno ottenuti migliori risoltati dei ‘colleghi’ che abitano nel Settentrione.

Lo rivela quest’articolo acceso di Antonio Di Muro, pubblicato su Lucerabynight.it, dove si sostiene che ci sono le prove che dimostrano che “i signorini impettiti del Nord non potranno più dire che i loro alunni sono più bravi di quelli del Sud“. Si spiegaa, pertanto, che “a mettere in chiaro ufficialmente le cose è stato il Ministero dell’Istruzione e delle Ricerche, che ha appena pubblicato il notiziario sui dati relativi agli esiti dell’esame di Stato della scuola secondaria di primo grado per l’anno scolastico 2011-2012. In questa classifica la nostra Puglia fa davvero un figurone, poiché vanta la maggior percentuale, insieme alla Calabria, di alunni che hanno superato l’esame delle medie con un voto pari o superiore al nove (16%) e al dieci (6,1%)”.

C’è da dire, però, che tanta bravura nel Meridione d’Italia non è affiancata – al contrario di quanto avviene al Nord – da strutture e organizzazioni scolastiche efficienti. Legittimamente, infatti, Di Muro scrive: “Bisogna ammettere che (la scuola del Settentrione, n.d.r.) talvolta è più organizzata, ma perché fornita di migliori e maggiori strumenti didattici, di più infrastrutture e di siti di insegnamento più dignitosi e funzionali”.

Ma non è che gli insegnanti del Sud diano voti più alti di quelli al Nord? Ecco come Di Muro smonta l’obiezione: “Questo è un dato assolutamente non dimostrabile, in considerazione del fatto che al Nord vi è una ricca e ben considerata militanza di insegnanti del Sud”.

Concludiamo, tuttavia, con una provocazione, passando dalla scuola media all’Università. È risaputo che le aule delle Facoltà siano più frequentate da giovani meridionali che settentrionali. Per maggiore bravura e propensione allo studio? O perché al Sud l’offerta del mercato del lavoro per i giovani è così miserrima che non resta che studiare?

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

2 commenti

  1. gentilllissimo signor pietro alongi,
    io ho un problema serio riguardante mia figlia di 12 anni…
    le spiego un po la situazione…
    vivevo in piemonte dove mia figlia e cresciuta,al mese di dicembre 2011 mi trasferisco in calabria,dove mia figlia frequenta una nuova scuola,maria aussiliatrice a soverato (cz)…
    non trovandomi bene con il mio ex compagno ho deciso di andare via in sardegna dove sono i miei famigliari..
    ho richiesto il nulla osta al mese di marzo,chiedendo alla direttrice che non volevo che mia figlia perdesse l’anno,lei mi confermò che per questi motivi validi non sarebbe successo…
    fatto sta che ho perso 2 mesi e più di tempo per organizzarmi per poter raggiungere la sardegna,cioè economicamente….
    sono stata ospitata da una mia amica..sono arrivata in sardegna a santeodoro il 31 maggio del 2012…ho iscritto mia figlia nella nuova scuola per il mese di settembre compilando il tutto per la seconda media..dopo 16 giorni il 29 09 2012 ricevo la telefonata del dirigente scolastico di santeodoro dicendomi che la dirigente di
    soverato non rilascia nessuna documentazione per la classe successiva,cioè seconda media…a me non e stato neanche proposto un esame di’idonietà avendomi dato sicurezza e conferma verbale che non cerano problemi….io sono mortificata,mia figlia
    ci sta male piange aveva già preso confidenza con la classe ,gli alunni i professori,comprato tutti i libri di seconda…ecc… le lascio immaginare quanta sofferenza e sacrifici…le chiedo cortesemente per quanto le è possibile di poter interferire ho visionare la mia situazione,mi piange il cuore,sono una mamma distrutta che chiede aiuto…non ho avuto una vita facile questi ultimi anni,ora che mi sono trasferita e stabilizzata mi crolla di nuovo il mondo addosso e come vivere un incubo…la prego di prendere a visione questo caso mia figlia ne è letteralmente distrutta..con la presente le porgo i miei più cari saluti. seddaiu maria erica.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.