CronacaPrimo Piano

Scoperta piantagione di marijuana in una mansarda

In manette è finito un uomo di 36 anni con l’accusa di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e di furto aggravato di energia elettrica in via Villagrazia.

I carabinieri sono stati attratti dal “fortissimo odore caratteristico dell’erba” proveniente dal suo appartamento. Così è scattata la perquisizione domiciliare, che ha permesso di scoprire all’interno della mansarda, una piantagione “indoor” di circa 12 metri quadri, con tre pareti tappezzate con fogli d’alluminio riflettente, quattro lampade alogene da 400 Watt, complete di parabola e reattore fissate al soffitto, quattro temporizzatori, un termometro digitale, un termometro a mercurio, un termoventilatore, un tubo telescopico in plastica collegato all’areazione forzata verso l’interno, e un aeratore per espellere l’area all’esterno.

I carabinieri hanno inoltre rinvenuto e sequestrato: 29 vasi di plastica ripieni di terriccio umido, contenenti altrettante piante di “cannabis” dell’altezza di due metri circa, un rilevatore di umidità, 25 piantine di marijuana lasciate ad essiccare, numerosi manuali per la realizzazione di coltivazioni di marijuana, oltre a vario materiale necessario per la coltivazione della droga.

Tecnici Enel hanno poi constatato come l’allaccio alla rete elettrica fosse abusivo.

L’uomo è stato accompagnato in caserma e arrestato con l’accusa di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e di furto aggravato di energia elettrica.

Daniela Spadaro

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.