Cinema-Teatro-Musica

Sciacca Film Fest, attesa per i vincitori

Un momento dello Sciacca Film Fest

Un numeroso e divertito pubblico ha assistito, ieri sera allo Sciacca Film Fest 2012, alla presentazione di Cantami, o Mouse, ultima fatica letteraria di Michele Mirabella. Lo scrittore e conduttore televisivo, che ha dialogato con il giornalista Massimo D’Antoni, ha intrattenuto i presenti che hanno affollato l’Arena Giardino del Complesso Monumentale della Badia Grande, con leggerezza, ma concedendo anche tanti spunti di riflessione. Successo anche per Stefano Savona, che moderato dal regista Salvatore Pecoraro, ha dialogato con il pubblico della Sala d’Archi, introducendo i documentari Tahir (in concorso allo Sciacca Film Fest) e Piombo Fuso.

L’attesa, adesso, è tutta per i nomi dei vincitori delle tre sezioni in concorso (lungometraggi, cortometraggi e documentari). La cerimonia di premiazione, che chiuderà questa sera la quinta edizione dello Sciacca Film Fest, è prevista alle 21:30 nell’Arena Giardino. L’ultima serata di proiezioni vedrà la replica dell’ultimo blocco di cortometraggi e il documentario di Gianfranco Pannone Scorie in Libertà. L’incredibile Avventura del Nucleare in Italia. Due le opere fuori concorso: Il Pescatore di Sogni di Lasse Hallstrom, per la rassegna Cinema Invisibile, e l’Anime Una Tomba per le Lucciole di Isao Takahata.

L’ultimo giorno del festival si annuncia all’insegna della musica, con l’esibizione dell’Amato Jazz Trio, jazz band di Canicattini Bagni (SR), composta dai fratelli Alberto, Elio e Loris. Vincitori del Jazz Contest 1988 di Milano, hanno suonato accanto a Paolo Fresu, Joe Lovano, Enrico Rava e Salvatore Bonafede. e hanno aperto i concerti di alcuni dei maestri del genere, come Wynton Marsalis e Michel Petrucciani. Ad aprire l’esibizione dell’Amato Jazz Trio saranno alcuni estratti di Amato Bros, documentario realizzato dal film maker Giuseppe Di Bernardo, dedicato alla toccante storia dei fratelli Amato.

Prima di scoprire i vincitori delle tre sezioni del concorso, lo Sciacca Film Fest, renderà omaggio al cinquantesimo anniversario della liberazione dell’Algeria dalla dominazione francese. Il corpo di ballo El Kahina, accompagnato dai canti e dalla voce narrante di Zahiya Bounab, presenterà la prima assoluta di 50ème Algèrie, spettacolo teatrale di Sabah Benziadi, con Khadra Benziadi. Altro omaggio dello Sciacca Film Fest all’evento storico, sarà la proiezione di Uomini Senza Legge di Rachid Bouchareb, lungometraggio che narra la storia di tre fratelli, in una Algeria in pieno regime francese.

Comunicato Stampa

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti Potrebbe Interessare:

Close