CronacaPrimo Piano

Sarah Scazzi: rinvio per Sabrina Misseri e Cosima Serrano

Ieri a Taranto c’è stata l’ennesima udienza il processo per l’omicidio di Sarah Scazzi ed è stato ascoltato Michele Misseri, che contrariamente a quanto si pensava si è avvalso della facoltà di non rispondere dopo che  ha raccontato la sua versione dei fatti in varie interviste e ospitate tv.

Oggi è stato il turno di Cosima Serrano e Sabrina Misseri di presentarsi davanti alla Corte di Assise del Tribunale, entrambe le donne devono rispondere di concorso in omicidio e sequestro di persona.

Ma il colpo di scena non si è fatto attendere e per le due donne è stato chiesto un rinvio di 15 giorni con la motivazione che non hanno avuto modo di leggere tutti gli atti, il rinvio è stata avanzato dall’avvocato Franco Coppi, difensore di Sabrina, seguito poi  dal difensore di Cosima Serrano, Franco De Jaco.

Il pm non si è opposto alla richiesta dei due legali e quindi le donne avranno la possibilità di prepararsi bene all’interrogatorio fino al 20 novembre, data in cui verranno ascoltate. Ma le novità non sono finite qui, perché in avvio di udienza sono stati depositati quattro quaderni manoscritti di Michele Misseri forniti dalla figlia Valentina che dovrebbe servire a dimostrare la sua colpevolezza e a scagionare moglie e figlia, inoltre secondo l’avvocato di Sabrina ci sarebbero anche numerose lettere che Michele Misseri ha scritto alla figlia in carcere ma a quanto pare sarebbe stato impedito alla ragazza di portarle in aula.

Mentre si attende questa udienza e quella del 6 novembre, dove verranno sentiti gli imputati minori, Concetta Serrano, la mamma di Sarah, ha dichiarato ai microfoni di Tgcom oggi, prima di entrare in aula, la sua ansia e ha detto che quello che dice Michele Misseri non viene più considerato. Tutta Italia attende la verità sulla morte della piccola Sarah.

 Valentina Molinero

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.