Sport

San Siro maledetto, 7 partite senza vittoria per Milan e Inter

A San Siro non si vince. Alla Scala del calcio Milan e Inter non trovano la vittoria da ben sette partite, per quella che sembra essere diventata una maledizione.

Una striscia negativa che non si ripeteva dal 1985 e che sta allontanando in maniera preoccupante i tifosi: in questa stagione, infatti, lo Stadio Meazza ha assistito ad un netto calo di presenze.

Solo in 27mila hanno assistito a Milan-Anderlecht di martedì, mentre sono stati 28mila i paganti per il match di Europa League di ieri sera, Inter-Rubin Kazan. In molti puntano il dito contro il nuovo manto erboso, semi-sintetico, ma la realtà è che Milan e Inter hanno diverse grane da risolvere.

Se l’Inter appare comunque una squadra in salute e la mancata vittoria tra le mure amiche sembra solo frutto di una serie sfortunata, lo stesso non si può dire dei “cugini” del Milan. I rossoneri sono la copia sbiadita della corazzata degli ultimi due anni, e non solo a causa delle importanti cessioni in sede di calciomercato. L’ambiente è cupo, la panchina di Allegri traballa pericolosamente e Berlusconi non nasconde il suo malcontento per l’inizio stentato della sua squadra.

La lite furiosa tra l’allenatore toscano e Pippo Inzaghi, è solo l’ultimo strascico di una serie di polemiche che destabilizzano l’armonia in uno spogliatoio già abbastanza difficile da gestire, vista l’assenza dei senatori che hanno lasciato il Milan al termine della passata stagione.

Insomma, se l’Inter già da domenica ha l’occasione di sfatare il tabù San Siro, ospitando il Siena, per il Milan la situazione è decisamente più complicata e il malcontento dei tifosi potrebbe rendere le partite interne della compagine rossonera un vero e proprio incubo. Il pubblico del Meazza è sempre stato vicino alla squadra, ma c’è il rischio che le partite interne si rivelino un’arma a doppio taglio.

Paolo Guagliardito

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Un Commento

  1. Va bene il manto erboso, ma entrambe hanno qualcosa da rivedere. Un paio d’anni fa Anderlecht e Rubin Kazan sarebbero tornate a casa con una decina di gol sul groppone..

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.