Primo Piano

Samsung vs iPhone 5, è guerra di brevetti

foto da internet

Sembra non avere mai fine la querelle che vede protagonisti i due colossi della tecnologia, la statunitense Apple e la sudcoreana Samsung.

Stando a quanto dichiarato dalla multinazionale sudcoreana, l’Iphone 5 violerebbe otto brevetti registrati dalla stessa azienda asiatica. Samsung avrebbe chiesto, infatti, alla Corte distrettuale di San Josè in California  di includere anche il nuovo prodotto dell’azienda di Cupertino nel contenzioso in merito ai brevetti violati, contenzioso che si trascina da mesi e vede i due contendenti protagonisti nei tribunali di mezzo mondo.

Apple continua ad adottare misure legali aggressive, che limitano la competizione sul mercato“, ha affermato la società sudcoreana, quindi “in queste circostanze, non possiamo fare altro che adottare le misure necessarie per proteggere le nostre innovazioni ed i diritti di proprietà intellettuale“.

La puntata precedente della contesa risaliva allo scorso primo agosto, la Samsung era stata, infatti, condannata dalla corte di San Josè  a risarcire un miliardo di dollari all’azienda rivale, per la stessa motivazione, ovvero, brevetti rubati. Per l’esattezza secondo la corte, la Samsung è stata riconosciuta colpevole di “aver copiato il “rimbalzo” dell’interfaccia grafica che si ottiene navigando tra i contenuti delle applicazioni su iPhone e iPad, Samsung ha violato questo brevetto su tutti i dispositivi indicati da Apple”. Inoltre per quanto riguarda il brevetto del pizzico allo schermo per zoomare (“pinch and zoom”), anche qui la giuria si è dichiara a favore di Cupertino, con eccezioni relative ad alcuni modelli di smartphone. Stesso giudizio nel caso del “tap to zoom”, la funzione di iOS che ingrandisce le immagini e i documenti quando li si tocca con un dito.

Questo contrattacco dei coreani era annunciatogià poco prima del lancio del nuovo smartphone Apple e dell’ultimo incontro in tribunale tra le due società. Sin dallo scorso 20 settembre – dopo che la casa di Cupertino aveva già raggiunto 2 milioni di preordini per il suo iPhone5 – il colosso asiatico aveva, infatti, manifestato i suoi propositi.
Ancora oggi, infine, è stata autorizzata dalla Corte distrettuale Californiana la vendita nel territorio americano del Samsung Galaxy Tab 10.1; questo dopo che Apple ne aveva ottenuto l’interdizione provvisoria lo scorso settembre.  In attesa della sentenza definitiva prevista per dicembre.

 

Fabio Butera  

 

 

 

 

 

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.