Cultura

“Salvami l’Anima”, il primo romanzo di Serena Manfrè

Serena Manfrè, Foto ufficio stampa

Arriva a Catania il primo romanzo della giornalista messinese Serena Manfrè, ”Salvami l’anima” edizione Smasher, che verrà presentato venerdì 22 marzo, alle 20 alla libreria Voltapagina di via Umberto, 235.

A dialogare con l’autrice, il giornalista Giuseppe Mazzone. Leggerà alcuni brani del romanzo la giornalista Lorena Dolci. Il libro è arricchito dalle suggestive immagini di Amalia Caratozzolo, che firma anche la copertina. Sono illustrazioni realizzate con l’antica tecnica della xilografia, che saranno in mostra durante le presentazioni in Sicilia.
Qual è il confine tra pazzia e “sanità” mentale? Esiste una linea netta di demarcazione? E quali sono i sogni e i desideri di chi aiuta gli altri a “guarire”? Al fantomatico centro di salute mentale “Rocca de Guelfon” arrivano undici singolari pazienti.

Toccherà a una schiera di professionalissimi e zelanti medici accoglierli e aiutarli a mettere a posto pezzi delle loro vite, scavare tra i ricordi, trovare un senso per esistere. Ma in un luogo magico come la “Rocca” è l’amore a imporre le sue regole e a farla da padrone. In un tempo che è “altro” da Kronos, dal tempo dell’orologio, i ruoli sono destinati a capovolgersi e qualche volta ad invertirsi.
Ma in questo luogo che è anche spazio simbolico dell’anima prima o poi arriva per tutti, o quasi, il lieto fine.
Una favola moderna, scritta con un linguaggio diretto e brillante, che ribalta le classificazioni psichiatriche che vorrebbero marcare un confine netto tra “dentro” e “fuori”.
Serena Manfrè ci prende per mano e ci invita a varcare con lei la soglia del centro “La Rocca“. Percorrere le antiche stanze, i corridoi silenziosi, osservare le piante immortali, gli animali bizzarri che lo abitano significa immergersi in un mondo misterioso in cui i confini sfumano e il desiderio si impone come unica legge.

 

Comunicato stampa

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.