Primo Piano

Sabrina Figuccia: “soltanto Santa Rosalia può liberare Palermo dalla nuova peste dei rifiuti”

Figuccia Sabrina
Figuccia Sabrina

(di redazione)  “Ormai da settimane tutto il sistema della raccolta dei rifiuti è andato a carte quarantotto. Forse a causa delle inefficienze della Rap? Di un sindaco in altre faccende affaccendato? Il risultato rimane lo stesso: la città è sommersa dai rifiuti. Per l’ennesima volta, il sindaco tenterà di nascondere i rifiuti sotto il tappeto cercando così di camuffare le condizioni della città in attesa del festino di Santa Rosalia”.

A dichiararlo è Sabrina Figuccia, consigliere comunale di Palermo dell’Udc, che prosegue: “Ormai purtroppo siamo abituati a questo stile, dall’arrivo del Papa ai capi di governo e adesso è il momento della nostra Santuzza. Basta tirare a lucido le zone della città interessate dagli eventi che si susseguono e il gioco è fatto, poco importa se il resto di Palermo, dalle periferie al salotto buono, restano totalmente dimenticati e sommersi dalla spazzatura.

Purtroppo, quest’anno, dalle varie processioni che si susseguiranno per festeggiare la “Santuzza” forse non si vedranno cumuli, ma i cattivi odori, che si sentono in giro per la nostra città, faranno certamente storcere il naso alla nostra Santa protettrice.

Altro che “Viva Palermo e Santa Rosalia” – conclude Figuccia – dal carro della Santuzza andrebbe fatta una preghiera per liberare i cittadini palermitani da quella peste che già una volta sconfisse, ridando alla città una nuova vita”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Un Commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.