PoliticaPrimo Piano

SABRINA FIGUCCIA: PARTE “ASCOLTA PALERMO”, PER RICOSTRUIRE LA CITTÀ DALLE MACERIE DI ORLANDO

incontro-dibattito(di redazione) SABRINA FIGUCCIA: “PARTE “ASCOLTA PALERMO”, PER RICOSTRUIRE LA CITTÀ DALLE MACERIE DI ORLANDO.

Stamattina,  presso l’Aula “Mauro Rostagno” di Palazzo delle Aquile,  si è svolto l’incontro-dibattito “Ascolta Palermo”, promosso da Sabrina Figuccia, presidente di “CambiAmo la Sicilia”, che afferma: “Dopo il flop dell’assemblea cittadina di Orlando, che si chiude sempre più nella sua torre d’avorio lontana dalla città, noi vogliamo invece “dare voce a chi non ha ascolto” facendo parlare la gente che vuole contribuire e partecipare attivamente alle scelte strategiche della Città.

L’idea, nata in collaborazione con i comitati Salviamo Palermo e  Prima Stella, prende le mosse dal desiderio di creare uno spazio di dialogo in grado di dare vita a proposte concrete per il territorio, offrendo a chiunque lo desideri un supporto finalizzato alla creazione di piccoli comitati, vere e proprie  antenne sensibili in ogni quartiere, capaci di intercettare le difficoltà e di creare soluzioni efficaci. Parola d’ordine dell’incontro è stato “voce al popolo”, mentre le istituzioni presenti erano in prima fila per registrare le nostre ragioni. Tutti i partecipanti hanno lanciato la propria proposta o progetto su mobilità, rifiuti, turismo e valorizzazione della nostra terra, ma anche scuola, dal pubblico al privato, lavoro in tutte le sue forme, dal precariato in un’ottica produttiva, alla disoccupazione giovanile e agli over 50, passando per i commercianti, i sussidiati, gli impiegati e i professionisti.

Si è parlato anche di tutela dell’ambiente e degli animali, di cultura e di tradizioni popolari. Il ventaglio degli argomenti di cui discutere -conclude Sabrina Figuccia – è stato davvero ampio e a partire dalle proposte arrivate proveremo insieme a ricostruire Palermo dalle macerie dell’Amministrazione Orlando”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.