Primo Piano

Rubrica Viaggi, a Lione la Festa delle luci

La Festa delle luci, foto internet

Parte domani  “La Festa delle luci”, un evento che con le sue illuminazioni farà spettacolo nella città di Lione.  Uno spettacolo rinomato non solo in Francia ma in tutta Europa, vista la sua storia e unicità nel genere.

Questa festa ha origini lontane. Tutto  parte l’8 settembre  del 1852, quando una statua della Madonna venne posizionata nella chiesa di Fourviére. Per celebrare il nuovo monumento la comunità pensò ad una celebrazione con fuochi d’artificio, ma un’alluvione rovinò le attese. Si decise quindi per l’otto dicembre, giorno dell’Immacolata. Da quell’anno Lione festeggia così l’Immacolata Concezione, con giochi sempre più innovativi e spettacolari che fino al 9 dicembre tengono compagnia.

La festa delle luci attrae ogni anno milioni di visitatori. Lo scorso anno i gadget venduti sono stati otto milioni, a dimostrazione della grande attrattiva. Solitamente gli addobbi vengono preparati all’inizio del mese di ottobre, tanto che i fortunati che camminano per Lione possono vedere già illuminazioni particolari in piazze o edifici. Molte le varietà: da alberi con ai rami delle abat jour, fino a cilindri multicolore. Oltre alle luci non mancano supporti architettonici adeguati fatti da autori di tutto il mondo.

Non mancano gli artisti che con canzoni e balli animano la kermesse. Oltre a turisti, curiosi e addetti ai lavori la manifestazione attira anche investitori. Secondo il comitato organizzatore, il budget è esattamente metà pubblico e privato. Anche gli abitanti faranno la loro parte, mettendo sui davanzali delle finestre candele o altre insegne. Oltre alla chiesa di  Fourviére, i luoghi illuminati saranno hotel, teatri e l’Università. Un giro i luci che da nord a sud investe tutta la città, fino all’aeroporto per salutare la partenza o l’arrivo.

Matteo Melani

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.