CronacaPrimo Piano

RUBANO IL PORTAFOGLI AD UN TURISTA IN CENTRO. ARRESTATI TRE GIOVANI PALERMITANI

(di redazione) La Polizia di Stato ha tratto in arresto tre pluripregiudicati palermitani, responsabili del reato di furto con destrezza, aggravato ed in concorso.

Si tratta di Messina Giuseppe, Cardella Maurizio e Vitrano Simone, tutti e tre  31enni, raggiunti ed arrestati in via S.Isidoro dai “Falchi” della sezione “Contrasto al Crimine Diffuso” della Squadra Mobile.

I tre pensavano di trovarsi al sicuro dopo avere perpetrato un furto con destrezza ai danni di un turista italiano che, in via Maqueda, stava sostando e degustando un dolce siciliano. I tre erano riusciti ad asportare il portafogli dalla borsa che portava a tracolla, senza che questi si accorgesse di nulla.

La cautela e la perizia dei ladri è riuscita a sorprendere la vittima ma i malviventi non avevano fatto i conti con il senso civico di un cittadino, anch’egli palermitano che, seppur a distanza, ha notato il furto e ne ha informato vittima e “113”.

L’allarme è stato diramato agli equipaggi della Polizia di Stato in zona ed è stato raccolto dalle pattuglie motomontate dei “Falchi”. I poliziotti hanno ritenuto plausibile che i ladri avessero tentato di fare perdere le loro tracce nei vicoli attorno alla via Maqueda e così i “Falchi”, con gli agili mezzi di servizio, hanno perlustrato quelle stradine. In via S.Isidoro si sono imbattuti in tre giovani, corrispondenti per abbigliamento e fattezze fisiche agli autori del furto descritti da testimone e vittima e li hanno bloccati e perquisiti: addosso ai tre è stata rinvenuta la somma complessiva di 500,00 euro, originale contenuto del portafogli del malcapitato turista, già divisa tra di essi. Il portafogli con i documenti, abbandonato dai malviventi in un cassonetto della zona, è stato recuperato e riconsegnato dai poliziotti al proprietario, che ha manifestato loro grande apprezzamento e riconoscenza per l’efficacia e la tempestività dell’intervento.

L’arresto è stato poi convalidato dall’Autorità Giudiziaria.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.