CronacaPrimo Piano

Roma: laureato in Ingegneria rapina 9 farmacie in 3 mesi

foto internet

Quarantatre anni e una laurea in Ingegneria, ma nel curriculum ha preferito inserire una lunga serie di rapine nelle farmacie al posto di master, contratti a progetto e tirocini. Oggi il romano M.O., con diversi precedenti penali, è stato smascherato dai Carabinieri del Nucleo Operativo dei Parioli e il giudice per le indagini preliminari di Roma ha emesso ai suoi danni un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, dove peraltro già si trova per reati simili.

L’uomo tra il 15 giugno e il 3 settembre è stato capace di ripulire le casse di 9 farmacie, 7 di queste in meno di 30 giorni, sempre con lo stesso modus operandi: rubava un motorino nei dintorni del luogo del delitto, si presentava con un casco in testa, occhiali da sole a fascia e un fazzoletto nero sulla bocca nel tentativo, tra l’altro goffo, di camuffare le proprie sembianze.

Una volta entrato nella farmacia, solitamente mai troppo affollata, intimava ai dipendenti di aprire la cassa e lui stesso faceva il giro del bancone per arraffare banconote e monetine, che infilava dentro un borsello nero tenuto a tracolla, spesso minacciando i presenti anche con una pistola. Di altezza media e grassottello, il 43enne oltre a essere laureato aveva anche un’altra curiosa particolarità, immortalata dalle videocamere delle varie farmacie “battezzate”: indossava sempre un paio di shorts. Un particolare che non ha certo aiutato M.O. a rendersi poco riconoscibile, dato anche l’aspetto bizzarro che i bermuda gli davano, nonostante il fare minaccioso e le cattive intenzioni.

Insomma, un banale rapinatore se non fosse per il titolo di studio, che lo inserisce a pieno nel contesto paradossale causato dalla crisi economica in Italia. Com’è possibile che un ingegnere sia costretto dietro le sbarre per vari furti e rapine a mano armata invece che in uno studio privato o in un ufficio della pubblica amministrazione? Chissà se il ministro Elsa Fornero ne terrà conto, riflettendo anche su quanto detto qualche giorno fa riguardo ai giovani laureati: il rapinatore in bermuda, sicuramente, non è stato molto “choosy”.

Valerio Valeri 

 

 

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.