Cinema-Teatro-MusicaPrimo Piano

Roma, al via la VII edizione del Festival Internazionale del Film

Festival del film di Roma. Foto Internet

Oggi inizia a Roma, presso l’Auditorium Parco della Musica realizzato da Renzo Piano, la settima edizione del Festival Internazionale del Film che terminerà sabato 17 con la consegna dei premi Marc’Aurelio. L’organizzatore dell’evento è Marco Muller, direttore per diversi anni del festival di Venezia, il quale ha dovuto preparare il cartellone in soli 4 mesi ma si è detto molto soddisfatto del risultato e ha parlato di una formula nuova e totalmente diversa dalle edizioni precedenti.

Nonostante il Festival arrivi in un anno di profonda crisi per il nostro paese e le date siano slittate da ottobre a novembre, durante questo evento non mancheranno colpi di scena, anteprime mondiali e ospiti italiani e internazionali. Quest’anno infatti , stando a ciò che hanno comunicato gli organizzatori, si avranno star internazionali del calibro di Sylvester Stallone, Adrien Brody, Jude Law, Bill Murray, James Franco e Stephen Dorff, Matthew Modine, Katheryn Winnick, Henry Hopper, F. Murray Abraham, Mary Farley, Willy Vlautin, Adam Mediano e Tina Rodriguez.

Ma non mancheranno neanche presenze italiane d’eccellenza come Luca Argentero, Piergiorgio Bellocchio, Giulio Berruti, Margherita Buy, Giuseppe Cederna, Valentina Cervi, Laura Chiatti, Pippo Delbono, Isabella Ferrari, Iaia Forte, Alessandro Gassman, Claudia Gerini, Anita Kravos, Marco Giallini, Eleonora Giorgi, Luca Marinelli, Laura Morante, Filippo Nigro, Michele Placido, Violante Placido, Alessandro Preziosi, Rolando Ravello, Eva Riccobono, Stefania Rocca, Sergio Rubini, Lina Sastri, Riccardo Scamarcio, Carlo Verdone, Giuliano Montaldo e Giuseppe Tornatore.

I film saranno divisi tra lungometraggio, cortometraggi, rassegne e film in concorso e fuori concorso, inoltre ci saranno anteprime importanti che interesseranno anche i giovanissimi come ad esempio Breaking Dawn, l’ultimo capitolo della saga Twilight, 1942 di Feng Xiao Gang, Mental di Hogan. In concorso invece ci saranno addirittura tre film italiani, “Alì ha gli occhi azzurri” di Giovannesi in cui si parla di razzismo e integrazione. Il regista ha dichiarato: “Avevo voglia di lavorare sull’adolescenza, non mi importava il tema dell’immigrazione. L’adolescenza di oggi è per forza di cose multiculturale. L’Italia è un Paese arretrato rispetto all’Europa e al resto del mondo. Un Paese che non riesce a capire il valore positivo della multicultura e che si nasconde dietro un’illusione di orgoglio nazionale stupido, medievale. Penso che la multicultura sia un modo di raccontare l’Italia del futuro”.

Il film di Corsicato “Il volto di un’altra” che è una commedia sulla mania della chirurgia estetica e racconta la storia di Bella una donna che lavora in tv e che, dopo essere stata licenziata, avrà un incidente stradale che la lascerà sfigurata. Ma ciò che dovrebbe significare la fine della sua carriera in realtà sarà un inizio. L’ultimo film sarà “ E la chiamano estate” di Franchi , film che mette in scena l’ossessione erotica in tutti i suoi aspetti, ad interpretarlo una conturbante Isabella Ferrari che interpreterà Anna una donna costretta in un matrimonio senza fisicità. Il Festival, nonostante non sia ancora iniziato, sembra già essere un grande successo sia per le scelte fatte da Muller sia per i film in concorso e fuori concorso ma le polemiche non si sono fatte attendere, ultima tra tutte, quella del consigliere comunale del Pd, Paolo Masini, che ha accusato gli organizzatori di praticare una politica dei prezzi destinata a dividere il pubblico: “I vip che potranno permettersi i costosi biglietti vedranno i film all’Auditorium e il popolino sotto il tendone” ha dichiarato.

                                                                                                                                                                                                                     Valentina Molinero

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Un Commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.