CronacaPrimo Piano

Roberto Puleo, Fedecommercio: “Io vittima di Roberto Helg”

Presidente della Camera di commercio di Palermo e vicepresidente della Gesap, la società di gestione dell’aeroporto “Falcone e Borsellino”, Roberto Helg è stato arrestato mentre intascava una tangente di 100 mila euro da parte di un ristoratore che aveva in affitto uno spazio dell’aeroporto e si era rivolto a lui per la proroga del contratto.

Per ottenerlo doveva pagare 50 mila euro in contanti e  il resto a rate mensili di 10 mila euro. A garanzia della somma residua aveva ottenuto un assegno in bianco. Helg è stato arrestato dai carabinieri che lo hanno prelevato nel suo ufficio alla Camera di commercio, in via Emerico Amari.

Le indagini sono state svolte dai carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Palermo, e dirette dai sostituti procuratori Battinieri e Ferrari con il coordinamento del procuratore aggiunto Bernardo Petralia e la supervisione del procuratore Francesco Lo Voi, che ha partecipato all’interrogatorio di Helg. L’indagato è stato trasferito nel carcere di Pagliarelli.

Roberto Puleo, presidente Fedecommercio, associazione libera di commercianti, rilascia una dichiarazione a IlModeratore: “Io denuncio da 15 anni le sue malefatte in qualità di presidente della Confcommercio. Da quando ha messo piede là dentro, facendo un suo disegno criminoso ben definito, lui ne è diventato il padrone, può fare e disfare. Io sono stato una vittima di Roberto Helg. Eletto presidente dei Pubblici Esercizi, dopo due ore mi ha commissiariato per scarsa produttività.

Col suo arresto il problema della Federazione non cambia, perché quasi tutti gli elementi della Confcommercio sono uomini suoi e rispondono ai suoi voleri.  Alla Gesap pure, cambiano i consiglieri, cambia la presidenza, ma una persona non è mai cambiata , ed è Roberto Helg. 

Il potere alla Confcommercio gliel’ha dato un altro che è finito in galera e si chiama Sergio Billè, ex presidente nazionale Confcommercio. La Camera di Commercio è azionista della Gesap, per cui, designa un suo rappresentante: guarda caso, lui è quello che designa e si è sempre designato. Helg è il proprietario di Confcommercio!

Leoluca Orlando, come sempre, farà la figura di quello pulito, perché ha da poco messo alla presidenza Gesap il suo fido Giambrone, che è da poco che è là…  Per concludere la responsabilità morale di tutto questo è sia del presidente Crocetta che del suo predecessore perché la Camera di Commercio è un ente della Regione e la Regione non ha mai vigilato” 

Il vicepresidente della Commissione regionale Antimafia, Fabrizio Ferrandelli a margine del seminario “Donne al lavoro: misure a sostegno” organizzato da Terziario Donna di Confcommercio, attraverso una nota stampa dichiara: “Quando un anno fa ho chiesto all’antimafia regionale di accendere i riflettori su Gesap e sulla gestione piena di ombre della società che governa l’aeroporto di Palermo, spingendomi anche a chiedere l’azzeramento dei vertici e parlando di ‘sgovernance’, mi hanno preso per pazzo, mi è arrivata poi una pioggia di querele. “Oggi – conclude Ferrandelli – quelle ombre assumono contorni  inquietanti e risvolti penali. Solo un’operazione di trasparenza, a questo punto, può diradare tutte le ombre che avvolgono lo scalo palermitano che ricordo è intitolato a Falcone e Borsellino”. 

Valeria Grasso: “A nome di tutti i testimoni di giustizia, Io chiedo a questo signore che risponde al nome di Roberto Helg, prima di ogni cosa, di chiedere scusa a tutti gli italiani per averci presi in giro in un questo modo”. Valeria Grasso esprime l’indignazione di tutti i testimoni di giustizia, imprenditori che hanno messo a rischio la propria vita per denunciare i propri estortori mafiosi, Ignazio Cutrò, Alessandro Marsicano, Giuseppe Carini, Piera Aiello, Vincenzo Conticello, Bruno Piazzese, i coniugi Candela e molti altri ancora. “Presiedo un’Associazione che si chiama “Legalità è Libertà” e sono indignata che il Capo della Camera di Commercio della quinta città d’Italia, che ha promosso il codice etico per le imprese, che ha messo il nome di Falcone e Borsellino all’aeroporto, che é stato insignito nel 2012 anche del titolo di commendatore Ordine al Merito della Repubblica, si sia potuto macchiare di un reato così odioso commesso ai danni di un imprenditore. Io chiedo – conclude Valeria Grasso – che il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ritiri immediatamente, data la flagranza del reato, il titolo commendatore Ordine al Merito della Repubblica. È un segnale che va dato a tutti gli imprenditori onesti della Sicilia, che non vanno a caccia di onorificenze e tangenti ma vogliono solo la tutela dello Stato e la tranquillità per lavorare”.

Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ha espresso appezzamento per l’operato delle forze dell’ordine e della magistratura, per questo ennesimo contributo all’affermazione della legalità nella nostra città, ed ha dato mandato all’avvocatura comunale per la costituzione di parte civile, ove ciò dovesse essere processualmente possibile, contro il presidente della Camera di Commercio di Palermo, Roberto Helg.

Senatore Francesco Campanella  (Ilic): “L’arresto del presidente della Camera di Commercio di Palermo e vicepresidente della Gesap dimostra come chi gestisce sacche di potere possa farlo ergendosi a paladino e professionista di un’antimafia facciata.  Solo in Sicilia succede che persino dopo essere aver chiuso una società per fallimento un imprenditore possa ricoprire un ruolo di vertice nell’ente camerale. Dal governo Crocetta ci aspettiamo una riforma delle Camere di commercio, basata sulla lotta al malaffare e non incentrata non solo sui tagli lineari e indiscriminati”.

Consigliere comunale a Sala delle Lapidi Giulio Cusumano: “È chiaro che l’arresto di stamattina del Presidente della Camera di Commercio di Palermo, Roberto Helg, ha lasciato tutti di stucco ma, raccolto lo stupore ed essendo certi che la Magistratura inquirente saprà bene come procedere nell’ulteriore approfondimento dell’indagine, mi domando se la fattispecie di reato che si è profilata per il Presidente della Camera di Commercio di Palermo rimarrà quella dell’estorsione o sarà trasformata in corruzione. In qualità di Vice Presidente della Gesap, la società di gestione dell’Aeroporto Falcone Borsellino, Helg non ha potere di firma. Quindi mi chiedo, come faceva a promettere la proroga dello spazio d’area all’imprenditore per il suo ristorante, in cambio della tangente richiesta? Non è una decisione che poteva prendere lui. È il caso di fare chiarezza fino in fondo – conclude Cusumano – È un momento delicato, nel quale il Comune, la Provincia e la Camera di Commercio si apprestano a immettere sul mercato per la vendita, le quote societarie della società Gesap per un valore di 100Mln circa. Come faceva Helg a porsi come garante nei confronti dell’imprenditore? Vorrei anche menzionare proprio l’imprenditore, al quale deve da tutti essere riconosciuto il merito di avere denunciato senza remore il misfatto”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

10 commenti

  1. La giunta di Confcommercio si sta riunendo in giubta per decidere cosa?
    La sospensione di Helg della carica di Presidente della confcommercio di Palermo?
    Oppure quali azioni intraprendere per evitare un commissariamento?
    O ancora, A chi affidare le “luminarie” di questa vicenda?

    1. le luminarie sono un esclusiva di Maurizio Cosentino, “suo fidato uomo”.
      Un’accoppiata seria? Helg, Cosentino e Orlando! Con questo trio non si può perdere, anzi!

  2. l’imprenditore fallito messo a capo della Camera di Commercio di Palermo.
    Questa è Palermo, questa è la Sicilia e questa è certamente VERGOGNA!

  3. Helg è stato sempre foraggiato da quelli che adesso lo attaccano. Orlando scrive che si costituerà come parte civile in un probabile processo. Ma il sindaco, il presidente Gesap Fabio Giambrone non erano felice di averlo accanto?
    E ancora alla Confcommercio di Palermo quanti sapevano di lui?
    Helg che quache settimanan prima ha cercato di deleggittimare il lavoro di contrastio meso in campo di+al presidente Giuseppe Todaro.
    Helg cosi come lo conoscono anche i suoi colleghi di giunta non era tipo da frequentare ne tanto meno da collaborare.
    Le inchieste continuano…

  4. Proprio come Napoleone Helg che si autoincorona…

    “LA CAMERA DI COMMERCIO è azionista della Gesap, per cui, designa un suo rappresentante: guarda caso, lui è quello che designa E SI E’ SEMPRE DESIGNATO!

    VERGOGNA! CHIUDETELO E BUTTATE LE CHIAVI!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.