CronacaPrimo Piano

Roberto Helg condannato per estorsione a quattro anni

Palermo, il Gup di Palermo Daniele Cardamone ha condannato per estorsione a quattro anni e otto mesi Roberto Helg, ex vicepresidente della Gesap, per la tangente da lui incassata di 100 mila euro, chiesta al pasticcere Santi Palazzolo. Il processo si è svolto con il rito abbreviato.

Il procuratore aggiunto di Palermo, Dino Petralia e i pm Luca Battinieri e Claudia Ferrari, avevano richiesto una condanna di 5 anni e quattro mesi per Helg, partendo dalla richiesta di pena di otto anni, ma ridotto perché il processo si è tenuto con il rito abbreviato.

Nell’udienza tenutasi lo scorso 22 ottobre, il pasticcere Santi Palazzolo raccontò la richiesta subita e le motivazione che l’hanno portato a denunciare Roberto Helg, nell’aula del tribunale Palazzolo racconta anche i disagi che aveva patito prima della decisione di denunciare l’estorsione ai carabinieri.

Durante il processo l’accusa ha definito il comportamento di Helg, “ emblematica dell’estorsore, una condotta che lascia trasparire inequivocabilmente una familiarità dell’imputato alla commissione del delitto di specie”.

Il gup Daniela Cardamone ha accolto la richiesta di costituzione di dodici parti civili. Sono sati ammessi, oltre a Santi Palazzolo il Comune di Palermo, il Comune di Cinisi, la Camera di Commercio di Palermo, Confcommercio Palermo, Unioncamere, Confcommercio Sicilia, Confesercenti, Sos usura, Addiopizzo, Gesap, Solidaria. Per le parti civili il giudice ha disposto una provvisionale di 15 mila euro ciascuno, mentre per Santi Palazzolo un risarcimenti di 30 mila euro.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.