Primo PianoSport

Tra rischio retrocessione e futuro societario sempre più incerto: il destino del Palermo è nelle mani di….Joe Tacopina

tacopina1

Il futuro del Palermo è un’incognita non solo in campionato, ma anche a livello societario. Si sa da tempo che a fine stagione Zamparini lascerà la presidenza del Palermo, il problema è uno: chi lo compra? L’attuale patron rosa per trovare una persona che possa far fare il salto di qualità alla società, si è affidato a un suo amico ( per “fortuna” nessun slavo): Joe Tacopina, ex presidente del Bologna.

Zamparini già nelle scorse settimane aveva confermato di essersi affidato all’attuale presidente del Venezia, ma nessuna possibilità che il Palermo possa essere comprato dallo stesso Tacopina a “La Repubblica: “Non mi interessa il Palermo nonostante sia legato molto alla Sicilia (la madre è nata a Montelepre). Mi trovo bene a Venezia, ho un bel progetto da portare avanti. In due anni e mezzo voglio raggiungere la serie B”. 

Realmente il Palermo potrebbe avere mercato in America? “Il Palermo è una grande squadra che rappresenta una grande città. Inoltre il brand rosanero è un brand che tira molto – risponde -. Io sono di Brooklyn e mi capita spesso di vedere la gente andare in giro con la maglia del Palermo e i colori rosanero”. Ma non c’è la possibilità che qualcuno veda Palermo come una realtà difficile nella quale fare affari? “Il mondo sta cambiando. Palermo è una delle città più importanti d’Italia e ci sono tanti imprenditori seri e onesti che sarebbero pronti a investire. Zamparini mi ha detto che vuole lasciare il Palermo in buone mani e sono sicuro che non sarà difficile trovare qualcuno che offra le garanzie che Maurizio chiede”.

In caso di retrocessione, gli scenari di vendita cambierebbero? “N0 assolutamente. Io stesso ho comprato il Bologna quando era in serie B. Ci sarebbe il vantaggio di un prezzo inferiore e di una nuova programmazione da iniziare per raggiungere i traguardi che un compratore auspica. Naturalmente però non mi auguro una retrocessione del Palermo perché sono sicuro che la squadra in serie A ha un grandissimo appeal”.

I dettagli dell’incontro con Zamparini: “Ci siamo incontrati qualche giorno fa nella sua casa in Friuli. Mi ha chiesto di interessarmi per trovare qualcuno intenzionato ad acquistare la squadra. Qualcuno che sia un imprenditore serio che possa continuare il suo progetto. Il calcio negli Stati Uniti è visto con grande attenzione – afferma il patron del Venezia – È un business appetibile soprattutto per i tanti italiani che vivono in America. Prima di prendere il Venezia, sono stato io ad avviare i contatti con gli americani e la Roma. Successivamente ho acquistato il Bologna che adesso è nelle mani dell’italo americano Saputo”.

Sembra che i prossimi scenari prevedano un Palermo a stelle e strisce, l’unico dubbio è: in serie A o in serie B? Toccherà al Palermo di Novellino smentire sul campo gli scettici

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.