CronacaPrimo Piano

Riqualificare Brancaccio. In arrivo il documento per ridare vita all’arte del quartiere

Giusi Scafidi

Il Ponte Ammiraglio, lo Stand Florio, la Chiesa di San Giovanni dei Lebbrosi e quella di San Ciro con i suoi serbatoi idrici. E poi ancora il magnifico Castello di Maredolce, passando per la Casa Museo di uno degli uomini-simbolo della voglia di rinascita e di riscatto (soprattutto sociale) del quartiere, Don Pino Puglisi.

Sono questi i luoghi di Brancaccio e della Seconda Circoscrizione che rischiano, sempre più, di essere dimenticati. Anche se, con un’adeguata riqualificazione, porterebbero una delle periferie della città ad abbandonare l’accezione negativa che spesso si associa al suo nome.

Per questo motivo associazioni ed istituzioni si incontreranno venerdì 21 novembre al Castello Maredolce, stilando un documento e inoltrando una richiesta forte e decisa. “Vogliamo che i siti culturali della circoscrizione siano inseriti tra i giri turistico e culturali della città – spiega Giusi Scafidi, Consigliere Comunale, Presidente della IV Commissione Consiliare (Igiene e sanità, Servizi Ecologici, Solidarietà Sociale, Sicurezza Sociale e Alloggi) e promotrice del meeting. – Per ridurre le negatività associate a questa zona della città è opportuno valorizzare l’esistente in un processo di riqualificazione e sviluppo etico, morale ed economico.”

Oltre al Consigliere Scafidi, prenderanno la parola l’Assessore alla Cultura del Comune Andrea Cusumano e il Presidente dell’Associazione Maredolce Mimmo Ortolano, che da tempo lavora  per riportare sul Castello all’attenzione della Soprintendenza, per gestirne il buon funzionamento e gli appuntamenti culturali.

Sono stati invitati anche i dirigenti scolastici degli istituti di Brancaccio e Sperone e tutte le realtà del territorio che, dalle 16 alle 17.30, potranno scambiare idee, proposte e nuove soluzioni.“Per dare nuova vita al quartiere – conclude Giusi Scafidi – conto molto sulle opere che si stanno realizzando, come la Linea 1 del tram, e sull’impegno preso dal Sindaco Orlando a proposito della bonifica della costa, sacrificata alla speculazione edilizia e trasformata in una vera e propria discarica.”

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.