CronacaPrimo Piano

Rinviato a giudizio il giornalista Lirio Abbate per il reato di diffamazione aggravata a mezzo stampa nei confronti di Gaetano Armao

ARMAO(di redazione) Tribunale penale di Roma-GIP: rinviato a giudizio il giornalista Lirio Abbate per il reato di diffamazione aggravata a mezzo stampa nei confronti di Gaetano Armao

Al culmine di una serie di articoli dalle colonne de “l’Espresso” contro il Prof. avv. Gaetano Armao, il giornalista Lirio Abbate, era arrivato ad affermare che l’ex Assessore all’economia della Regione siciliana, mentre realizzava nel 2012 una drastica revisione della spesa regionale, avrebbe non solo puntato alla carica di direttore generale dell’allora SERIT S.p.A. (oggi Riscossione Sicilia S.p.A.), ma anche a predisporne l’incremento dell’emolumento.

Si tratta di notizie apparse nell’articolo “Regione Sicilia – Stipendi senzatetto”, pubblicato della testata il 12 luglio 2012.

Il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Roma (Dr. Costantino De Robbio), accogliendo le tesi della querela proposta da Armao (difeso dall’avv. Annalisa Messina del foro di Roma) e la richiesta della Procura della Repubblica di Roma (dott. Stefano Pesci), in esito all’udienza preliminare svoltasi 13 settembre 2016, ha pronunciato ordinanza di rinvio a giudizio nei confronti dello stesso Abbate e dell’allora direttore della testata Bruno Manfellotto (RGNR N. 12227/2016 – RGIP N. 25148/2016) per il reato di diffamazione a mezzo stampa aggravata (artt. 595 c.p., 13 e 21 Legge 8 febbraio 1948, n. 47) Entrambi i giornalisti sono difesi dagli avv. Carlo Mazzà e Carlo Federico Grosso.

Il giudizio penale si svolgerà presso il Tribunale di Roma, Sezione IV (dr.ssa Di Gioia), a partire  dall’8 ottobre 2017.

Va segnalato che con riguardo ai suoi articoli su Armao il giornalista Abbate e’ già stato condannato dal Tribunale di Roma e dal Tribunale di Perugia, sono adesso in corso i giudizi di appello.

Palermo-Roma, 21 settembre 2016

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.