Economia & Lavoro

Rifiuti Sicilia, Vertenze Ato: attivato tavolo permanente sindacati Regione

Un tavolo permanente che si occuperà del percorso di nascita delle Srr e degli Aro e della soluzione delle principali vertenze del settore della raccolta rifiuti a partire dal Coinres, dall’Ato 2 di Messina e da quella dei lavoratori dell’ex Ati Cucchiara che gestivano la raccolta differenziata a Trapani. Sono gli impegni assunti dall’assessore all’Energia Marino e dal direttore del Dipartimento Rifiuti Lupo, nel corso di un incontro con le parti sociali nell’ambito della vertenza rifiuti in Sicilia dopo che i sindacati avevano avviato le procedure di raffreddamento che avrebbero portato allo sciopero regionale.

“Sospendiamo le procedure di raffreddamento che avrebbero portato nel giro di poco tempo allo sciopero dei lavoratori degli Ato, dopo la disponibilità mostrata al tavolo regionale dall’assessore Energia Marino sulla per la soluzione delle emergenze e sul percorso che porterà alla nascita delle Srr e degli Aro, gli ambiti di raccolta ottimale, saremo pronti a riavviarle qualora le parole non si traducessero in fatti concreti”, hanno affermato dopo l’incontro i tre Segretari regionali di Fit Cisl Fp Cgil e Uiltrasporti Dionisio Giordano , Claudio Di Marco Segretario e Gianni Acquaviva.

“L’assessore ha comunicato di essere già pronto al commissariamento dei comuni che faranno resistenze nel percorso della riforma , a definire un accordo quadro complessivo sul transito del personale dagli attuali Ato alle nuove società e dall’altro ad affrontare territorio per territorio le singole vertenze sul mantenimento dei livelli occupazionali che risultano più complesse”.

“E’ stata aperta una discussione su un pezzo strutturale dell’economia dell’Isola, con l’assessore abbiamo concordato sulla necessità di avviare un tavolo di confronto permanente anche sulla questione delle maggiori condizioni di tutela per i lavoratori che si rendono necessarie a causa dell’abuso che i sindaci stanno facendo dell’articolo 191 del decreto legge nazionale 152 che stabilisce l’autonomia di decisione e dunque poteri straordinari di protezione civile per i primi cittadini davanti alle condizioni di emergenza. Abuso attraverso il quale sono state aperte vertenze quali quelle dei 190 lavoratori del Coinres, dei 15 operatori della raccolta differenziata di Trapani, già licenziati e dei 241 lavoratori di Messina 2 licenziati dal 14 giugno, la Regione si è impegnata a definire le linee guida che tutelino i lavoratori davanti a queste scelte che stanno mettendo a rischio migliaia di posti di lavoro”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.