Primo Piano

Rifiuti, l’assessore Pierobon: assorbire tutto il personale nelle Srr o scatteranno i commissariamenti

Alberto Pierobon

(di redazione) Una raffica di incontri con le Srr per verificare il rispetto della normativa in tema di personale, di gestione del servizio e di impianti.

L’assessore regionale all’Energia e servizi di pubblica utilità, Alberto Pierobon, accelera e stringe il cerchio intorno alle società di regolamentazione per superare le criticità che ancora si registrano sul territorio.

Grande attenzione da parte del governo Musumeci è rivolta al tema del personale: il 3 ottobre è previsto un altro incontro appositamente convocato in assessorato, che vedrà seduti allo stesso tavolo ancora le Srr, la Regione e i sindacati.

L’obiettivo è appurare la situazione dei dipendenti, il loro passaggio alle nuove società ed eventuali violazioni di legge. In team con sindacati e Srr l’assessorato vuole mettere ordine e legalità sul personale accendendo i riflettori sugli appalti. “Non tollereremo assunzioni all’esterno o altre anomalie – spiega l’assessore Pierobon – bisogna assorbire tutto il personale storico nel rispetto di quanto previsto dalla legge regionale che regola il settore. Valuteremo lo stato delle procedure e quanto è stato fatto, quindi decideremo se sostituirci agli enti inadempienti”.

Il dirigente generale dei Rifiuti, Salvatore Cocina, su input dell’assessorato, ha quindi convocato tutte le Srr dell’Isola predisponendo un fitto calendario. Si parlerà tra i vari temi di individuazione del gestore del servizio integrato, di impiantistica, anche alla luce delle diffide del 23 luglio inviate ad alcune Srr che presentano le criticità più rilevanti, definendo pianificazione, localizzazione, progettazione e realizzazione di nuovi impianti. Quindi approfondimenti su procedure relative alla gestione degli impianti in house e dei servizi di trattamento dei rifiuti e procedure per il passaggio degli impianti dalle società d’ambito in liquidazione alle Srr.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Un Commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.