CronacaPrimo Piano

Il ricordo di Norman Zarcone a 6 anni dalla scomparsa e stasera musica da piazza Bologni.

(di massimo brizzi)foto di L’ estrema sensibilità, la voglia di equità, il merito, termini slegati, forse insignificanti ma pronti ad esprimere con forza, sentimenti che hanno attraversato più volte nel tempo l’esistenza di ciascuno di noi.

Sono passati 6 anni dalla precoce scomparsa di Norman e oggi la sua memoria è stata ancora una volta ricordata a largo Norman Zarcone, luogo che la città ha dedicato al giovane.

Claudio il papà continua con forza a desiderare una società più attenta alle esigenze dei giovani e lo evidenzia attraverso le parole rivolte alle università italiane: “ Luoghi di cultura dove prevalga il merito, dove vi sia più attenzione per la generazione del domani”.

“Giovani insoddisfatti, senza alcuna certezza sul futuro” è che così che Fabrizio Micari, magnifico rettore dell’università degli studi di Palermo, presente alla cerimonia di commemorazione, ha replicato sommessamente alla riflessione di Claudio Zarcone.

“L’università non può garantire il lavoro alla fine del percorso di studi- ha aggiunto ancora il rettore- può sicuramente creare percorsi per il conseguimento dell’obiettivo”.

Nella cerimonia di oggi che ha ricordato un ragazzo figlio del nostro tempo, dalle indiscusse qualità, dimostrate anche attraverso il brillante percorso di studi culminato con la laurea in Filosofia della conoscenza e della Comunicazione conseguendo il massimo dei voti , presenti tra gli altri Giuseppe Gini assessore al comune di Palermo, Antonio Tomaselli presidente della II circoscrizione e Giovanni Colletti, consigliere di circoscrizione.

“Approvata oggi la delibera che consentirà di iniziare il percorso per  adornare i muri del sottopassaggio che conducono a largo Zarcone con murales”, ha annunciato Tomaselli durante la cerimonia.

Grandi assenti i giovani: “ Fanno spallucce, andrebbero coinvolti maggiormente”, ha incalzato ancora il papà rivolto al rettore.

Da oggi anche un libro a ricordare Norman: “La sinuosa danza dell’infelice coscienza”, scritto dal papà Claudio, in collaborazione con Thor Thorlaskshof Sigurvisson a ricordo dei rispettivi figli scomparsi, distribuito in piazza gratuitamente.

Stasera sarà la musica da piazza Bologni a ricordare Norman, un appuntamento previsto per le 20,30 che vedrà l’esibizione di Pino Messina (folksinger),Eleonora Militello e Stormyweathers, Norman Zarcone (Rock Orchestra).

 

 

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.