Enogastronomia

Ricette e consigli per riciclare gli avanzi del Natale

Foto internet

Dopo le grandi abbuffate di Natale e Santo Stefano, capita a tutti di ritrovare il proprio frigorifero pieno di avanzi di ogni specie, ma soprattutto capita a tutti di non sapere cosa farne. Considerato che questo è stato per alcuni un vero “Natale di crisi”, perché non riutilizzare gli avanzi per creare una nuova ricetta?

Riciclare il cibo non è mai stato semplice come quest’anno: “buttare” il cibo rappresenta, infatti, un vero schiaffo in faccia a quanti non si sono potuti permettere prospere e ricche festività. Tutti troveranno in dispensa qualche fetta avanzata di panettone e pandoro: uno dei modi per riciclare il classico dolce natalizio è tagliare delle piccole striscioline e realizzare una golosissima cassata siciliana, creando con esse il fondo e le parti laterali e farcendo il tutto con abbondante crema di ricotta. Altra alternativa è tostare al mattino il vostro pandoro avanzato e creare un toast dolce su cui spalmare un po’ di burro e marmellata, oppure intingere la fetta nel latte caldo.

Se il vostro frigorifero abbonda di frutta, prima che si rovini, realizzate delle genuine conserve fatte in casa. Se poi il vostro menù di Natale ha previsto tra i primi piatti una pasta al sugo, perché non riutilizzarla per preparare deliziosi timballi o frittate di pasta? Le verdure avanzate sono invece ottime per il ripieno di torte salate o per un più leggero minestrone.

Ispirandoci ad alcune ricette preparate da Benedetta Parodi nel suo programma “I Menù di Benedetta”, ecco invece un gustoso antipasto o secondo piatto, realizzato con gli avanzi del cotechino e delle lenticchie preparati a Capodanno. Gli ingredienti necessari per questa ricetta sono: cotechino cotto, 1 rotolo di pasta da pizza, purè, lenticchie al pomodoro, burro, olio, pangrattato e parmigiano. La preparazione è molto semplice: foderate degli stampini da forno con pasta da pizza e farcite con cotechino, un cucchiaio di lenticchie e del purè. Richiudete i fagottini e completate con formaggio grattugiato, pangrattato e un goccio d’olio. Infornate a 200° per un quarto d’ora.

Insomma, tanti i modi per riportare in tavola il cibo avanzato e con un po’ di fantasia realizzare delle ottime ricette.

Rosaria Cucinella

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.