Economia & Lavoro

Riapre Piazza affari: l’Italia nel mirino

(foto da internet)

 

Riaprono i mercati dopo il lungo ponte pasquale, ma gli investitori preferiscono temporeggiare in attesa di uscire dal clima d’incertezza e stallo politico istituzionale in cui versa il  paese da più di un mese dalle elezioni.  Si attendono i provvedimenti dei 10 saggi, nominati da Napolitano, per restituire all’ Italia stabilità e uscire dalla paralisi politica.  A tale situazione Piazza affari reagisce con un ribasso dello 0,4%.  La situazione è poco rosea anche per Mps dopo il taglio del 44% del rating da parte degli analisti di Exane, e che torna alle contrattazioni con un forte ribasso del 7,14% dopo essere stata più volte sospesa al ribasso nel corso della mattinata a seguito di una serie di report negativi a commento dei conti del 2012.

Elevati i volumi. Mps ha chiuso il 2012 con una perdita netta di 3,17 miliardi di euro dopo svalutazioni per circa 1,6 miliardi, di cui 1,5 miliardi per avviamenti e circa 110 milioni su intangibili. Viaggiano in ribasso anche Fiat ( – 1,64%)  Saipem (-0,79%) e Tenaris (- 0,01%). In rialzo Stmicroelectronics ( +1,59%).

Lo Spread resta sui 345 punti base, e per Piazza Affari è stato un avvio in leggero calo con un ribasso dello 0,22%.

Non sembrano essersi verificati particolari scossoni ma l’economia mondiale guarda con interesse alla situazione italiana.

Nei prossimi mesi l’Italia dovrà fare l’impossibile per non perdere la fiducia dei mercati e per tenere sotto controllo spread, aste e rendimenti dei BTp.

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.