Primo PianoTelevisione

Report: privilegi ai politici e situazione Alitalia nel mirino della Gabanelli

Report, foto internet

Una volta finito il loro mandato, i nostri politici verranno aiutati per “reinserirsi nel mondo del lavoro”. Il programma di inchiesta di Milena Gabanelli ha rivelato, nella puntata di ieri sera, quest’altro privilegio usufruibile dalla casta.

Si chiama proprio “assegno di reinserimento” lo strumento che tutela, se ce ne fosse ancora bisogno, la classe politica. Si tratta di una sorta di TFR, naturalmente esentasse, a beneficio degli onorevoli dal 1975. Anche di quelli che percepiscono il doppio stipendio, come i super avvocati Nicolò Ghedini e la palermitana Giulia Bongiorno, o gli assenteisti, tra cui svetta l’istrionico Luca Barbareschi.

Report, che si è anche occupato, come fa spesso, dei viaggi all’estero di Berlusconi (stavolta a proposito di presunti accordi del Cavaliere in Serbia e Montenegro), ha poi focalizzato l’attenzione sulla vicenda Alitalia. Sono stati nominati 3 nuovi commissari che hanno chiesto a quello uscente, Fantozzi, un rendiconto sul suo operato, dato che 35.000 creditori stanno ancora aspettando la restituzione dei propri prestiti. Del vecchio commissario, i nuovi hanno duramente criticato la contestazione relativamente agli incassi di professionisti e banche, al tempo della liquidazione della compagnia di bandiera.

Il dossier del programma della Gabanelli è sceso poi a fondo nelle consuetudini aziendali, scoprendo, tra le altre cose, che la compagnia pressa i suoi dipendenti affinché si usi meno carburante, come rivelato anonimamente da alcuni piloti.

I tre neocommissari Alitalia hanno inoltre chiesto alla Rai di vigilare proprio su Report perché non parlasse del decreto pubblico inerente all’azienda. “Ma siamo matti?” è stata la risposta, tanto telegrafica quanto esauriente, della determinata conduttrice.

Andrea Cumbo

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.