PoliticaPrimo Piano

Renzi le ragioni del si ieri sera dal Santa Cecilia di Palermo

screenshot-9

(di massimo brizzi)Poco più di un mese al referendum del 4 dicembre e ieri sera Matteo Renzi, dal Teatro Santa Cecilia di Palermo, ha chiamato a raccolta i sostenitori del si in città.

Blindatissimo l’accesso al Teatro, attenti controlli delle forze dell’ordine già ai varchi predisposti nelle vie laterali che danno accesso alla piazza del santa Cecilia.

Un discorso motivazionale proposto ai sostenitori del fronte del si :” Siamo reduci da un appuntamento importante negli Stati Uniti”, così Matteo Renzi ha esordito, quasi a sottolineare, l’appoggio ricevuto qualche giorno fa da Obama durante il viaggio negli States.

Il premier ha poi continuato sul tema dell’Italia e delle potenzialità del Paese, per poi passare alla Sicilia al G7 di Taormina del quale verrà presentato il logo al Teatro Massimo durante il secondo appuntamento previsto da Renzi a Palermo stamane.

Sicilia, le sue bellezze culturali, storiche artistiche, antagoniste di pregiudizi ha aggiunto Matteo Renzi ricordando il valore di Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Carlo Alberto dalla Chiesa, Antonino Caponnetto, e la voglia del popolo siciliano di riscatto attraverso la pratica della legalità.

Raggiunto il cuore dell’incontro ha elencato le ragioni del si incalzando: “ Se volete cambiare questa è l’ultima occasione, chi vota no lascerà le cose come stanno per molti anni”.

Superamento del bicameralismo paritario

Riduzione del numero dei parlamentari

Il contenimento dei costi delle Istituzioni

La soppressione del Cnel

La soppressione del titolo V parte della parte II della costituzione.

I cinque punti del si dettagliati da Matteo Renzi che ha sottolineato l’importante opportunità offerta dal referendum per “cambiare le cose”.

Dietro ai varchi di accesso, bloccata una rappresentanza di Almaviva  in attesa di un colloquio con Renzi, fino a tarda sera non concretizzato.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.