Cronaca

Regione Calabria, 10 consiglieri indagati: “Gratta e Vinci” e detersivi tra i rimborsi

Foto internet

Dieci consiglieri regionali calabresi, due del centrosinistra e otto del centrodestra sono stati iscritti nel registro degli indagati dalla Guardia di Finanzia, perché utilizzavano i soldi dei contribuenti in maniera alquanto impropria: c’era chi con quei soldi pagava i detersivi per il bucato, chi cambiava l’olio nella macchina privata, chi addirittura giocava al Gratta e Vinci.

Questi politici sono accusati di peculato per aver stornato fondi pubblici per interessi personali: oltre a queste spese, avrebbero anche pagato con soldi pubblici le tasse personali all’Ufficio delle Entrate e quelle comunali relative alla spazzatura.

Il pubblico ministero Matteo Centini, in collaborazione con le Fiamme Gialle ha riscontrato un buco di oltre un milione di euro alla Regione Calabria: l’arco di tempo monitorato dai finanzieri va dal 2010 al 2012.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Un Commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.