PoliticaPrimo Piano

Regionali: Giambrone al posto dell’escluso Fava?

Claudio Fava (foto internet)

Se pensano di poterci escludere dalla competizione elettorale per un eventuale cavillo burocratico, si deve sapere che aspetti formali, di discutibile fondatezza, non bloccheranno il progetto di cambiamento della Sicilia che stiamo portando avanti. Se ciò dovesse malauguratamente accadere, lo potremmo considerare alla sorta di un misero golpe politico. Noi siamo in campo con determinazione e ancora maggiore forza. Le informazioni di cui disponiamo sull’andamento della campagna elettorale ci dicono che siamo nelle condizioni di farcela”.

Queste le parole diffuse ieri da Claudio Fava, dopo che è stata diffusa la notizia della sua esclusione dalla corsa per Palazzo d’Orleans. Il motivo? Irregolarità nell’acquisizione della residenza.

Come si legge su Repubblica.it, infatti, “la legge siciliana prevede che un candidato alle elezioni regionali debba essere avere acquisito la residenza in un comune dell’isola al più tardi 45 giorni prima della data della consultazioni, in programma il prossimo 28 ottobre. Il termine scadeva dunque il 13 settembre, mentre Fava – a quanto sembra – ha acquisito la residenza in Sicilia (n.d.r. precisamente a Isnello, nel palermitano) soltanto il 18 settembre, con 5 giorni di ritardo, dunque, rispetto a quanto stabilito dalla legge“.

L’eventuale esclusione – non ancora ufficializzata – ha naturalmente scosso l’ambiente politico, soprattutto quello che sostiene il coordinatore nazionale di Sinistra, Ecologia e Libertà. È terminato all’alba, infatti, il vertice convocato ieri sera nella sede regionale dell’Italia dei Valori a Palermo a cui hanno partecipato i segretari regionali di Idv, Rifondazione comunista, Sel, Verdi e Federazione della Sinistra.

A quanto fa sapere Adnkronos, “la soluzione prospettata per tenere unita la coalizione potrebbe essere un ‘ticket’ tra il segretario Idv Sicilia Fabio Giambrone, vicecapogruppo del partito al Senato, che si candiderebbe alla Presidenza, e lo stesso Fava. Per essere vicepresidente della Regione non è infatti necessario avere quei requisiti previsti dalla legge sulla residenza in Sicilia”.

Bisogna, però, decidere entro domani pomeriggio, ovvero quando scadrà il termine per la presentazione delle liste e delle candidature alla Presidenza della Regione.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.