Sport

Razzismo: multa di 50mila euro alla Roma per cori contro Balotelli

Il posticipo della penultima giornata di campionato Milan-Roma è suo malgrado entrata nella “storia” come prima partita di calcio di Serie Asospesa (e poi ripresa regolarmente) per cori razzisti contro un giocatore. I buuuh erano indirizzati a Mario Balotelli dai supporter giallorossi e l’arbitro Gianluca Rocchi, dopo un avvertimento fallito dello speaker dello stadio, ha sospeso il match per 97”.

La questione di certo si sapeva non sarebbe finita lì sul campo: così è stato infatti. Il giudice sportivo Gian Paolo Tosel ha condannato la Roma a una multa di 50mila euro accompagnata da una diffida.  Si legge nelle motivazioni della sua decisione che la Romaè stata punita «per avere suoi sostenitori, nel corso della gara, indirizzato continuativamente a tre calciatori della squadra avversaria cori e grida espressivi di discriminazione razziale, inducendo l’arbitro, al 2° del secondo tempo, a disporre la sospensione della gara per circa due minuti onde farli desistere da tale biasimevole comportamento».

La società capitolina ha reagito con una nota alla pesante multa che le è stata inflitta condannando pesantemente il comportamento dei suoi tifosi: «La Roma condanna ogni forma di abuso razziale. Questo tipo di comportamento da parte di qualsiasi tifoso, inclusi i nostri, è totalmente inaccettabile. Siamo impegnatiad affrontare con determinazione la questione con l’obiettivo di eliminare tale problema dallo sport e di promuovere il rispetto verso tutti».

Pesante anche la dichiarazione del Presidente Figc Giancarlo Abete: «L’episodio di ieri è assolutamente da condannare e da contrastare, individuando i responsabili e cercando ovviamente di fare ogni attività all’interno delle titolarità della giustizia sportiva, del ministero dell’Interno, delle società e della Federazione».

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.