Economia & LavoroPrimo Piano

Rapporto Svimez 2012, “400 anni per ridurre il gap Nord – Sud”

Foto Internet

Quattro secoli per recuperare il gap che divide il Mezzogiorno col Settentrione. Questo, in estrema sintesi, il dato inquietante ma non certo sorprendente che deriva dal Rapporto Svimez 2012, l’associazione per lo sviluppo dell’industria nel Mezzogiorno.

Entrando nel dettaglio dello studio, il Sud, in termini di Pil pro capite, lo scorso hanno ha confermato lo stesso livello del 57,7% del valore del Centro Nord del 2010. In pratica, in dieci anni, lo svantaggio tra il Meridione e il Settentrione è  diminuito appena di un punto e mezzo percentuale, dal 56,1% al 57,7%.

La Valle d’Aosta, invece, è stata la Regione più ricca nel 2011 (con 32.602 euro di Pil pr capite). Al secondo posto la Lombardia e al terzo il Trentino Alto Adige.

A Sud la Regione che sta meglio è l’Abruzzo (21.980 euro), la Sicilia (17.671 euro) invece è davanti ‘soltanto’ alla Puglia, la Calabria e la Campania che l’anno scorso è stata la più povera d’Italia (16.603 euro).

Altro dato che sconforta fa da titolo all’articolo del Corriere della Sera sul Rapporto Smivez: “Al Sud disoccupazione reale oltre il 25%“. Inoltre, nel Mezzogiorno lavora meno di una giovane donna su quattro.

Fonti: Agi e Corriere.it

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.