CulturaPrimo Piano

Rapporti internazionali. Avviato partenariato culturale con bibliotecari macedoni

Si è svolto, stamani, presso la Biblioteca comunale in Casa Professa, un incontro tra l’assessore alla Cultura, Andrea Cusumano, il direttore della Biblioteca comunale, Filippo Guttuso e una delegazione di bibliotecari della Repubblica della Macedonia, guidata da Blagoj Nikolov, presidente dell’Associazione Bibliotecari  macedoni. 

L’incontro, inserito nell’ambito delle iniziative avviate dal Ministero della Cultura della Repubblica di Macedonia al fine di condividere idee per eventuale cooperazione riguardante la digitalizzazione delle biblioteche, si inserisce nel piano di attività avviate dal Governo macedone nell’ambito della candidatura a Stato membro dell’Unione Europea.

Durante i lavori, è stato deciso di costituire un protocollo di partenariato tra la città di Palermo e quella macedone di Bitola, per ampliare comuni attività culturali.

“L’incontro di oggi – commenta l’assessore Cusumano – conferma la volontà dell’amministrazione comunale di attivare una rete di partenariato europeo sempre più ampia per progettazioni culturali. In tal senso, sono già stati predisposti alcuni progetti con partner di rilievo e in questa ottica il legame con la Repubblica della Macedonia ed in particolare con la città di Bitola, può diventare strumento utile per la realizzazione di itinerari culturali internazionali che confermeranno sempre di più Palermo come luogo di incontro tra le culture. A questo proposito – conclude l’assessore alla Cultura –  sottolineo con grande orgoglio che fino al 19 settembre, ai Cantieri culturali della Zisa, la nostra città ospita i delegati di 38 Paesi da tutti i continenti per la tredicesima Conferenza internazionale sulle Artiterapie di ECArTE”.

La rappresentanza macedone, al termine dell’incontro, ha donato alla Biblioteca comunale 73 libri in lingua macedone e inglese che andranno ad arricchire il patrimonio bibliografico della Biblioteca.

Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.