Economia & LavoroPrimo Piano

Qualità della vita de Il Sole 24 Ore, migliorano le città siciliane

Un cauto ottimismo sul miglioramento della qualità della vita nelle province siciliane emerge dai dati diffusi come ogni anno da Il Sole 24 Ore. La classifica del 2012, che vede in cima Bolzano e in coda Taranto, indica  per sei delle nove province dell’isola (Palermo, Catania, Agrigento, Ragusa, Enna, Caltanissetta) un andamento positivo, rispetto all’anno precedente, degli indicatori presi in considerazione; per due province, invece, (Messina e Siracusa) il saldo è negativo; stazionaria la posizione di Trapani.

La Sicilia e il Sud in generale, tuttavia, continua a rimanere nei bassifondi della graduatoria: Ragusa, prima tra le province siciliane, si attesta all’81° posto (+ 6 rispetto al 2011). A seguire troviamo Siracusa all’88° posto (-7), Catania 90° (+6), Messina 94° (-5), Agrigento 95° (+6), Palermo 99° (+3), Trapani 103° (invariato) e Caltanissetta 105° (+1).

L’analisi prende in considerazione anche nel dettaglio gli indicatori che concorrono a determinare la pagella finale. Per la Sicilia, Trapani, Catania e Messina fanno un significativo balzo in avanti per tenore di vita. La città dello Stretto invece crolla nella sezione affari e lavoro. Caltanissetta, all’80° posto, guadagna venti posizioni per servizi ambiente lavoro. Enna raggiunge il 47° posto nell’area popolazione. La Sicilia può sorridere in merito all’ordine pubblico: le migliori posizioni sono di Enna (19°), Messina (26°) e Agrigento (27°). Va male per quel che concerne il tempo libero, le prime della regione sono Palermo (75°), Catania (77°) e Messina (81°).

Marco Cirincione

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.