Sport

Qualificazioni Mondiali 2014: Italia – Danimarca, le probabili formazioni

Cesare Prandelli ( foto da internet)

L’Italia scenderà in campo domani sera, a San Siro, contro la Danimarca per il quarto turno del girone B di qualificazione ai Mondiali del 2014. Il c.t. Prandelli dovrà fare innanzitutto i conti con l’affaticamento muscolare accusato da Buffon: il portierone azzurro sarà valutato nelle ore precedenti il match. In caso di indisponibilità, al suo posto è pronto De Sanctis.

Confermato quindi il modulo 4-3-1-2, ma con diverse novità soprattutto in difesa. Assente Maggio, autorizzato a lasciare il ritiro per assistere la moglie durante il parto, che sarebbe però partito, con ogni probabilità, dalla panchina. Al suo posto Abate, con Barzagli e Chiellini centrali di difesa e uno tra Balzaretti e Criscito sull’out mancino.

Rispetto alla gara vinta in Armenia, rimarrà invariato il centrocampo, mentre i principali dubbi si concentreranno sul reparto offensivo: Balotelli ha recuperato dalla sindrome influenzale e sarà probabilmente nell’undici iniziale, al fianco di Osvaldo o Giovinco, in ballottaggio per una maglia da titolare, con il romanista favorito.

Dopo la gara con l’Armenia, Prandelli aveva messo in guardia i suoi riguardo il match di domani contro i danesi: “Questo è un girone molto equilibrato. Storicamente la Danimarca ha sempre creato problemi all’Italia, e quindi martedì sarà una partita molto delicata”.

Dall’altra parte è motivatissimo Nicklas Bendtner. L’attaccante juventino, arrivato in estate con addosso l’etichetta del top-player offensivo in grado di risolvere i problemi in attacco dei campioni d’Italia, non ha trovato molto spazio nel proprio club, ma si è detto “superallenato” e motivato: “Non mi sono mai allenato così tanto in vita mia – ha detto il centravanti danese -, si fanno fino a due sedute al giorno, mi sento in forma, tanto che l’altra sera contro la Bulgaria ho giocato 90 minuti, ho segnato e alla fine non ero neppure stanco”.

Altra gara ostica per gli Azzurri, che nelle prime tre partite hanno centrato due vittorie e un pareggio, senza però mai convincere pienamente. Sull’ibrido terreno di gioco di San Siro, oltre al risultato, ci si aspetta una prestazione da vice-campioni d’Europa.

Italia (4-3-1-2): Buffon; Abate, Barzagli, Chiellini, Balzaretti; Pirlo, Marchisio, De Rossi; Montolivo; Balotelli, Osvaldo.

Paolo Guagliardito

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.