Sport

Qualificazioni Mondiali 2014, Balotelli trascina l’Italia: 3-1 alla Danimarca

Mario Balotelli dopo il goal (foto Secolo XIX)

Secondo 3-1 in quattro giorni per l’Italia, che batte a San Siro la Danimarca e mette una seria ipoteca sulla qualificazione al Mondiale brasiliano del 2014. Dopo quattro giornate sono infatti 4 i punti di vantaggio sulla seconda in classifica del girone B, la Bulgaria.

Gli azzurri si impongono grazie alle reti di Montolivo e De Rossi nel primo tempo, con i danesi bravi a rientrare in partita nel recupero della prima frazione, con Kvist. Nella ripresa, in dieci per l’espulsione di Osvaldo al 1’, l’Italia chiude la partita con Balotelli.

L’undici di Prandelli soffre inizialmente la fisicità e il buon palleggio dei danesi, che nella prima mezz’ora mettono in serio imbarazzo la retroguardia azzurra, soprattutto grazie allo strapotere sui palloni alti. Ma nel momento più difficile ci pensa Montolivo a togliere le castagne dal fuoco: il trequartista, smarcato al limite dell’area da un gran colpo di tacco di Balotelli, finta il passaggio a De Rossi, libera il tiro e trova l’angolino. Il gol taglia le gambe agli ospiti, che subiscono anche il 2-0 nel giro di 5’: sulla respinta di un corner Pirlo trova De Rossi che di testa raddoppia. L’Italia esce così da una situazione difficile, rendendo in discesa una gara che rischiava di mettersi in salita.

Ma le partite rischiano di cambiare in pochi minuti, se non addirittura secondi. Così pochi istanti prima della fine della prima frazione, la Danimarca riapre il match con un gran tiro al volo dal limite di Kvist, che batte De Sanctis e manda le squadre a riposo sul 2-1. Giusto il tempo dell’intervallo che la trama della partita subisce un nuovo stravolgimento: Osvaldo, in avvio di ripresa, rifila una gomitata a Stokholm e si becca il rosso diretto, finendo anzitempo sotto la doccia. L’Italia in inferiorità numerica e la Danimarca che arremba alla ricerca del pareggio non fanno ben sperare in vista dei restanti 44’, ma è proprio qui che l’undici di casa dà il meglio di sé: in dieci uomini la nazionale si compatta e trova, al 9’, il gol del 3-1 con Balotelli, in serata di grazia, pescato da un grande assist di Pirlo. L’Italia rischia pochissimo e, in fase di possesso, si appoggia a Super Mario, che in attacco fa il diavolo a quattro, tenendo da solo il reparto avanzato azzurro e prendendosi la standing ovation di San Siro a 3’ dal termine.

Prandelli può dunque sorridere dopo questa fondamentale vittoria: “Non abbiamo avuto continuità – ha detto il c.t. – ma ho visto in campo lo spirito di una grande squadra. Non abbiamo ancora raggiunto la qualificazione, ma adesso siamo molto più sereni. I ragazzi non sono stati bravi, ma di più”.
Il prossimo appuntamento degli Azzurri è per il 14 Novembre, quando a Parma arriverà la Francia per una partita amichevole.

I MIGLIORI

Balotelli 8 – Quando Super Mario ha la voglia di giocare vista stasera a San Siro è incontenibile. Tiene da solo l’attacco azzurro, carica di falli e cartellini i difensori avversari, smarca Montolivo sull’1-0 e segna il gol della sicurezza con la squadra in inferiorità numerica. Straripante.
Pirlo 7 – Due assist e qualche pennellata delle sue. Si vede meno in cabina di regia a causa della fisicità del centrocampo danese, ma quando prende palla dirige alla grande. Poche, ma eccellenti giocate. Mozart.
Montolivo 7 – Bellissimo il gol con il quale tira fuori l’Italia da un momento difficile. Intelligente ed elegante, garantisce impegno e qualità a centrocampo, forse galvanizzato dall’aria di San Siro, casa sua. Provvidenziale.

I PEGGIORI

Osvaldo 4 – Eclissato da Balotelli, nel primo tempo non si vede mai, tranne che per far danni: lascia la squadra in dieci dal 1’ della ripresa per un’avventata gomitata. Poltergeist.
Balzaretti 5,5 – Una partita senza particolari spunti, soffre a volte in fase di contenimento. Dalla sua fascia arriva più di un cross pericoloso.

Paolo Guagliardito

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.