Cultura

Puglisi: “Nessuna chiusura o riduzione di servizi culturali”

Giovanni Puglisi, foto internet

“Non ci saranno chiusure o riduzione di servizi culturali”. È questo l’impegno del Presidente della Società Siciliana di Storia Patria di Palermo, professor Giovanni Puglisi,con riferimento ai tagli operati dalla Regione Siciliana nella contribuzione alla Storia Patria stessa.

Il contributo previsto per l’anno corrente 2012 non è stato a tutt’oggi ancora erogato e nulla lascia prevedere che lo sarà in tempi brevi. Ancora più buia appare la situazione per il prossimo anno 2013, soprattutto alla luce della circostanza che la contribuzione regionale costituisce il 70% circa delle entrate della Società.

“La preoccupazione è molto viva – aggiunge Puglisi – perché, anche senza pensare all’azzeramento, solo la riduzione dei contributi regionali e statali (Ministero Beni culturali) sarebbe un vero disastro”. Ciò nonostante il Consiglio d’Amministrazione sta valutando misure opportune e adeguate per garantire la continuità del funzionamento dei servizi culturali che la Società storicamente assicura alla Città, alla comunità scientifica e culturale, ai giovani studiosi e studenti, memore della sua missione educativa e civile, ribadita da ultimo alla presenza del Presidente della Repubblica appena un anno fa, il 9 settembre 2011, in occasione delle celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia, svoltesi nella prestigiosa sede claustrale di San Domenico.

“Sono in corso contatti – ha concluso il Professor Puglisi – con Istituzioni pubbliche e private, operatori culturali, Soci benemeriti, con tutti coloro che hanno a cuore le finalità morali e culturali della Società e della Città, per dare vita a forme di cooperazione organizzativa con il fine di ridurre al massimo e comunque contenere al minimo difficoltà e sacrifici”.

Comunicato Stampa

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.