Politica

Puglia, riordino delle province: decisioni rinviate al Governo

Province pugliesi (foto internet)

Si parla ormai da giorni del riordino delle province pugliesi e ieri sera finalmente è arrivato il responso: la settima commissione Affari Istituzionali riunita da Giannicola Del Leonardis con l’assessore agli enti locali Dentamaro ha deciso di passare il problema al Governo.

A quanto pare non saranno né la Giunta regionale della Puglia ne’ il Consiglio regionale ad assumere una decisione sul nuovo riassetto delle Province a seguito della legge 135 del 7 agosto 2012 (spending review).

Gli atti saranno trasferiti direttamente al presidente del Consiglio dei Ministri e al Governo nazionale, in sostanza la Commissione ha deciso di consegnare tutta la documentazione al presidente del consiglio, Onofrio Introna, perché si faccia carico di spedirla al governo nazionale.

Ovviamente stando così i fatti, si dovrà attendere la risposta del Governo e per il momento si possono fare solo ipotesi: se si tenesse conto dei criteri di estensione territoriale e quantità di popolazione decisi dalla Funzione Pubblica, resterebbero attive le Province di Foggia, Lecce e Bari, la Bat sarebbe soppressa, mentre sarebbe in dubbio il futuro di Taranto e Brindisi.

Con molta probabilità ci sarà un’unificazione tra le due città poichè la Provincia di Taranto, supportata dai Comuni, si è espressa in favore ma ha detto di no all’ipotesi della super provincia Grande Salento con Lecce capoluogo.

Durante un incontro alla Provincia pochi giorni fa sono state delineate alcune linee guida in base alle quali si è espressa formalmente, quindi con l’approvazione di un documento ufficiale da parte dei consigli comunali, la volontà di aderire alla nuova Provincia Taranto-Brindisi; questo documento dovrà essere approvato entro il 24 ottobre, data in cui tutta la documentazione relativa al riordino delle Province in Puglia sarà trasmessa dalla Regione Puglia al governo nazionale.

“Per quella data, la Terra Jonica vuole presentarsi con le carte in regola esprimendo appunto un’unica posizione, all’insegna della compattezza territoriale e nel pieno rispetto delle disposizioni di legge”, ha sottolineato la Provincia di Taranto.

Valentina Molinero

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.