Economia & LavoroPrimo Piano

Pucceri: “Lavoro ed economia priorità per il Paese”

Maurizio Pucceri

“Giorni, mesi e anni come fossero frazioni di secondo destinati a parlare di tutto e di niente. Questo è il mio primo pensiero ogni qualvolta guardo un telegiornale o leggo un quotidiano”. Maurizio Pucceri, segretario generale di Casartigiani Palermo, manifesta il suo disdegno nei confronti dell’assenza totale di progettualità e di idee di tutte le istituzioni, a partire dal governo centrale fino ad arrivare ai comuni di ogni singola regione.

“In questi ultimi due anni – prosegue Pucceri – la politica, fatta di beghe, di azioni personali, di antipatie e simpatie, e ancora di più di poteri e convenienze, ha distrutto l’intero processo produttivo di ogni settore e questo fenomeno è giunto a una via di non ritorno. Dalla giustizia dove prevale l’ingiustizia, a cominciare dal decreto “svuota carceri” – che a mio giudizio è un’operazione camuffata per scagionare qualche buon amico o buon’amica – fino ad arrivare a leggi e leggine su come somministrare nuove tasse ai cittadini e ancora di più alle imprese, determinano in noi , responsabili delle associazioni di categoria, uno sconforto morale ma anche un peso di responsabilità nei confronti di chi tuteliamo attraverso i nostri miseri e insignificanti strumenti di cui disponiamo.

Tuttavia, da buon siciliano e da onesto lavoratore, non posso abbandonare il campo di battaglia. Ma è indispensabile condividere pensieri e azioni con le altre associazioni e con le sigle sindacali con cui, la storia ci insegna, abbiamo fatto sempre battaglia. Un progetto comune, forte e determinato, con pochi punti indispensabili per far ripartire economia e lavoro, va presentato nell’immediato al governo centrale facendo comprendere loro la priorità che ha il mondo produttivo nei confronti di ogni altra tipologia di norma e legge.

Auguro – conclude Pucceri – che tutti insieme possiamo unirci in questo percorso per portare una rinascita al nostro paese”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Un Commento

  1. le sigle sindacali sono il vero disastro del lavoro in Italia. I sindacalisti si sono sempre occupati del loro tornaconto. Scendere a patti con le imprese è la vera mission del Sindacato, patto e patticcieddi per gestire posti di lavoro. I tavoli tecnici, il cosiddetto confronto con le parti è pura demagogia.
    buon futuro

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.