CronacaPrimo Piano

Provvedimento per i 15 veterinari dell’ Asp di Palermo

Il provvedimento nei confronti di quindici veterinari dell’Asp di Palermo coinvolti nell’inchiesta della Digos è stato notificato.

Sono stati sospesi  tutti dal servizio ognuno di loro  indagato a vario titolo: abuso d’ufficio, concussione, falso ideologico, truffa aggravata e commercio di sostanze alimentari nocive. Tra loro il direttore del servizio veterinario Paolo Giambruno colpito già ieri da un nuovo sequestro di beni per 800 mila euro.

I provvedimenti sono stati emessi nei confronti di Carlo Milletarì (dirigente dell’unità di Igiene urbana e lotta al randagismo), Nicasio Lodato (responsabile delle unità di Cefalù e Termini Imerese), Rosario Filippo Pistoia (responsabile dell’unità Coordinamento e servizi ispettivi), i veterinari Pippo Giardina, Patrizia Lucia, Carmelo Murania, Giacomo Lo Monaco, Paolo Ingrassia, Carlo Josè Dispenza, Nicolò Di Bartolo, i tecnici Angelo Foresta, Pietro Fazio, Rosario Aliotta, Vittorio Macaluso e Lorenzo Quartararo.

”Inizieremo una lotta contro questi provvedimenti – dice Paolo Ingrassia segretario nazionale dei veterinari – Presenteremo ricorsi contro la decisione dell’azienda che è la prima in assoluto. Davanti alla conclusione delle indagini senza nessuna sentenza siamo stati messi alla porta”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.