Cronaca

Proseguono le ricerche dell’aereo scomparso a Los Roques

Aereo, foto internet

Continuano le ricerche dell’aereo scomparso venerdì mattina nelle acque dell’arcipelago di Los Roques, in Venezuela. Partecipano all’operazione quasi 400 soccorritori tra volontari, militari e civili. Il velivolo trasportava quattro connazionali: lo stilista Vittorio Missoni, la compagna Maurizia Castiglioni e la coppia bresciana Guido Foresti ed Elda Scalvenzi.

L’ambasciatore Paolo Serpi sostiene che a far perdere le tracce dell’aereo «deve essersi trattato di un evento improvviso e catastrofico», che non ha concesso al pilota di segnalare immediatamente l’emergenza. Come può essere ad esempio il cattivo tempo. A conferma di questa ipotesi arriva la dichiarazione di Giuseppe Scalvenzi, fratello di Elda, che sarebbe dovuto salire sul velivolo ma all’ultimo momento ha rinunciato. «Ho visto i fulmini, c’era un temporale»

Intanto il ministro degli esteri Terzi ha dichiarato che l’ambasciatore italiano in Venezuela è rientrato a Caracas, per accertarsi delle ricerche sul recupero dell’aereo. Il ministro ha inoltre annunciato la possibilità di far partecipare squadre dei vigili del fuoco italiani con risorse nazionali alle operazioni di ricerca.

A coordinare le indagini è il generale Lorllys Ramos, capo della direzione generale prevenzione e investigazione sugli incidenti aerei del Venezuela e, ai microfoni del Gr Rai, ha affermato di credere nell’ipotesi dell’incidente e di non avere elementi per pensare a un dirottamento. «Non scartiamo alcuna ipotesi» ha detto il generale «ma non ci sono indizi circa un sequestro. L’ipotesi più probabile è che l’aereo sia precipitato in mare». Al momento, ha aggiunto Ramos, si è orientati a pensare che l’aereo «per qualche ragione abbia perduto l’orientamento e abbia preso una rotta diversa, andando a finire non sappiamo dove».

Ora si attendono le informazioni del gps che era a bordo per capire se le ricerche sono indirizzate nella strada giusta o se bisogna riprogrammarle.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.