Primo Piano

Proposte e richieste dei sindacati siciliani dei trasporti

Foto internet

“La costituzione della Società regionale di Intermodalità per adeguare la Sicilia alle realtà più evolute d’Italia nel settore dei trasporti, incentivando scambi e sinergie ferro-gomma in favore dei viaggiatori, e ancora la salvaguardia e la valorizzazione del trasporto pubblico locale, oltre alla firma del contratto di servizi Regione-Ferrovie dello Stato per colmare la lacuna lasciata dal precedente Governo: queste sono le proposte che Filt Cgil, Fit Cisl e Uil Trasporti Sicilia affidano al presidente Rosario Crocetta in attesa di un confronto di merito”. Lo affermano Franco Spanò, Amedeo Benigno e Angelo Mattone, i segretari regionali di Filt Cgil, Fit Cisl e Uil Trasporti che si sono incontrati a Palermo nella sede dell’organizzazione di categoria Uil.

Spanò, Benigno e Mattone, che hanno programmato per marzo una conferenza unitaria sul Trasporto in Sicilia, hanno anche ribadito l’allarme per le condizioni del settore ferroviario e la richiesta di incontro urgente recentemente indirizzata al presidente Crocetta dai segretari regionali di Cgil, Cisl, Uil Ferruccio Donato, Maurizio Bernava, Claudio Barone e dagli stessi segretari di Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti Sicilia.

Spanò, Benigno e Mattone confermano la denuncia “sulla mancanza di investimenti da parte di Trenitalia e persino di risorse per garantire la semplice manutenzione ordinaria delle linee siciliane”. “La decisa presa di posizione dei sindacati – concludono i tre rappresentanti Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti – ha già avuto il primo effetto di indurre il management di Trenitalia a manifestare volontà di rilancio e assicurare massimo impegno nell’Isola. Di ciò non possiamo che esprimere soddisfazione e speranze per il futuro, ma ovviamente tanto non basta per dimenticare un presente caratterizzata dalla progressiva soppressione di linee, dai giornalieri disagi per i viaggiatori, dalla massiccia riduzione di personale e dalla desertificazione delle stazioni ferroviarie, anche quelle dei principali centri dell’Isola”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.