Cronaca

Processo Sarah Scazzi: posticipata l’ora della morte

foto da Cronacalive.it

Ieri mattina è ripreso a Taranto il processo per l’omicidio di Sarah Scazzi. Alla nuova udienza davanti alla Corte d’assise sono stati ascoltati Michele Galasso, Antonio Colazzo e Anna Scredo, rispettivamente amico e cognati di Giovanni Buccolieri, il fioraio che aveva dichiarato primo di aver visto Cosima Serrano costringere la giovane Sarah a entrare in macchina e poi aveva ritrattato tutto. In seguito c’è stata la deposizione di Antonio Colazzo, Cosima Prudenzano e Giuseppe Nigro, accusati di favoreggiamento del fioraio e infine le dichiarazione di Valeria Scazzeri, consulente dell’avvocato Raffaele Missere.

Le grandi novità del processo sono state sicuramente  Antonio Colazzo che si è avvalso della facoltà di non rispondere, la presenza per l’intera udienza in aula di Cosima Serrano, Sabrina Misseri e Michele Misseri e per finire la perizia della biologa Scazzeri, perizia che potrebbe cambiare di molto l’esito del processo, secondo la professionista, infatti, l’ora della morte di Sarah si aggirerebbe tra le 15.30-16.00 e non fra le 14-14.10, come stabilito dalla Procura.

Ovviamente queste dichiarazioni potrebbero minare quelle del medico legale che eseguì l’autopsia, secondo la biologa infatti sarebbe difficile che Sarah abbia digerito il cordon bleu mangiato a pranzo in meno di 90-120 minuti ed è impossibile che lo abbia digerito in 30-40 minuti, come sostenuto dal medico legale.

 Le prossime udienze saranno ad ottobre e si svolgeranno una il 2, dove saranno ascoltati l’avvocato Vito Russo, che risponde di favoreggiamento personale e intralcio alla giustizia, Carmine Misseri e Cosimo Cosma, parenti di Michele Misseri, accusati di concorso in soppressione di cadavere. La seconda invece sarà il 23 quando toccherà ai veri accusati, Cosima Serrano, Michele Misseri e la loro figlia Sabrina.

Valentina Molinero

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.