CronacaPrimo Piano

Processo Scazzi, ascoltati i testimoni della difesa

Sarah Scazzi e Sabrina, foto internet

Finalmente è arriva la giornata più attesa per il Processo Scazzi, un’udienza davvero importante poiché sono stati ascoltati alcuni testimoni della difesa. Prima di tutto Andrea Merico, fidanzato di Sabrina Misseri dal 2005 a ottobre 2009, il ragazzo ha spiegato che i rapporti tra Sarah e Sabrina erano buoni e che la ragazza veniva trattata quasi come una sorella.

Riguardo a Sarah ha detto: “Un giorno trovai Sarah che piangeva in casa di Sabrina. Seppi che Anna Pisanò, un’amica di Sabrina, le aveva detto che il padre andava dietro a donne”. Il pm Mariano Buccoliero al momento del suo esame ha contestato alcune dichiarazioni dell’ex fidanzato di Sabrina Misseri, in particolare quando Merico ha detto che il suo rapporto sentimentale con Sabrina si era concluso nell’ottobre del 2009 e che ne era rimasto innamorato solo per poco tempo. Il pm ha mostrato alcuni sms dell’aprile 2010 scritti da Merico a Sabrina, dal quale emergerebbe che il giovane era ancora innamorato della ragazza, anche se lei già frequentava un altro amico, Ivano Russo.

Dopo è toccato alla dottoressa Dora Chiloiro e al capitano Nicola Abbasciano, all’epoca comandante del Nucleo investigativo dei carabinieri del comando provinciale di Taranto, entrambi sono stati convocati dai legali della principale imputata, Sabrina Misseri. L’udienza di oggi si è conclusa proprio con la deposizione proprio del capitano Abbasciano che ha chiarito il ruolo che ha ricoperto nelle indagini, dalla scomparsa al ritrovamento del cadavere della ragazzina e all’arresto di Michele Misseri. I pm dell’accusa, Buccoliero e Pietro Argentino, hanno rinunciato ad ascoltare il teste, mentre i difensori di Cosima Serrano, gli avvocati Franco De Jaco e Luigi Rella, hanno ritenuto utile fare le loro domande. Oggi in aula è stato anche proiettato il video relativo al sopralluogo nel garage di casa Misseri del 15 ottobre 2010, dove sarebbe stata uccisa la quindicenne.

Domani sarà finalmente ascoltato Michele Misseri, lo zio di Sarah e padre di Sabrina, e quasi certamente l’uomo questa volta parlerà e dirà la sua verità. Ieri infatti, in esclusiva per Tgcom24, sono state rese note le ultime lettere di Michele Misseri e proprio in una di queste, l’uomo ha dichiarato a sua figlia: “Ho ricevuto una brutta lettera di minacce…io non riesco piu’ a dormire..sono stanco di vivere in questo schifo di vita. La prossima volta al processo devo parlare per forza ma non so se gli inquirenti mi crederanno”. Dopo l’udienza di domani, il processo riprenderà il 18 dicembre con altre richieste delle parti, di integrazione probatoria, in base all’art. 507 del codice di procedure penale.

Valentina Molinero

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.