CronacaPrimo Piano

Processo Borsellino quater, sbotta Tirrito: “Manovre di potere”

“La Corte d’assise d’appello di Caltanissetta – commenta in una nota Maricetta Tirrito, presidente del Laboratorio Una Donna e Portavoce del Comitato COGI dei collaboratori di Giustizia – ha confermato le condanne di primo grado per due boss e due falsi pentiti nel processo Borsellino quater. I boss Salvo Madonia e Vittorio Tutino hanno visto quindi confermato l’ergastolo. Condanna a dieci anni invece per Francesco Andriotta e Calogero Pulci, i “falsi pentiti” accusati di calunnia. Per Vincenzo Scarantino, terzo imputato per calunnia, è scattata invece la prescrizione. Insomma: compiacenti depistatori, falsi collaboratori di giustizia e indegni rappresentanti dello stato. Questo ci racconta il processo Borsellino Quater.
Credo che non tutto sia ancora stato scoperchiato – afferma Tirrito – e che altri debbano ancora pagare! Siamo stati per anni intrappolati in un film – conclude – che ripeteva sempre lo stesso tempo: quello di uno Stato che cerca maldestramente di lottare la mafia, e la società viene condizionata da schifose manovre di potere compiute da apparati deviati e tritolisti che per anni sfacciatamente sono andati a braccetto”.
Moltra altro

Filippo Virzì

Giornalista radio/televisivo freelance, esperto in comunicazione integrata multimediale.

Articoli Correlati

6 commenti

  1. Questo è caso ha ancora molti punti oscuri da chiarire.diritto all’opinione

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.