Politica

Primarie Pdl: da Palermo arriva Portanova

Agostino Portanova. Foto Internet

Il prossimo 16 Dicembre si terranno le primarie nazionali con cui il Pdl deciderà il nuovo segretario. Strumento praticamente mai usato dal partito di Berlusconi, militanti e semplici elettori saranno chiamati per la prima volta a una forma di partecipazione democratica che colmi il vuoto lasciato dal fondatore e leader mai discusso del partito, fresco di ufficializzazione della sua non candidatura (salvo smentite).

In una nota diffusa ieri, la segreteria del Popolo delle Libertà ha precisato che sarà possibile presentare la propria candidatura non oltre il 19 Novembre, dopo aver raccolto 10.000 firme in almeno cinque regioni diverse (non più di 2.000 per regione).

Il nome forte della Sicilia è quello dell’attuale Segretario Angelino Alfano, il quale, malgrado le accuse di essere tra i maggiori responsabili del tonfo elettorale alle regionali, rimane l’attuale favorito, avendo da poco incassato il sostegno di Formigoni alla propria elezione e il placet di Berlusconi all’organizzazione delle primarie.

L’ex guardasigilli non è tuttavia il solo siciliano in campo, poiché da Palermo spunta il nome di Agostino Portanova. Originario del quartiere di Villa Tasca, Portanova è stato consigliere di circoscrizione di Forza Italia, partito in cui ha militato dal 1994, anno della sua fondazione, nonostante avesse un lungo passato giovanile nelle fila del Partito Comunista, oltre a esperienze sindacali nella Cgil e nella Cisal (sindacato autonomo di cui fu dirigente).

Portanova si porrà come un outsider in una corsa nazionale che vede Daniela Santanché come principale sfidante di Alfano, mentre sembrano spuntare, tra i papabili, Vittorio Sgarbi e Giulio Tremonti. Nomi altisonanti già in gara per accaparrarsi il patrocinio politico di Berlusconi, determinante per guidare un partito che non ha mai conosciuto (e forse neanche immaginato) una leadership diversa dalla sua.

Andrea Cumbo

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.