PoliticaPrimo Piano

Primarie: è ballottaggio tra Bersani e Renzi

Renzi – Bersani. Foto Internet

Pier Luigi Bersani e Matteo Renzi si contenderanno domenica prossima la candidatura a presidente del Consiglio per il centrosinistra. Il segretario del PD e il sindaco di Firenze sono arrivati rispettivamente al primo e al secondo posto alle primarie di ieri, domenica 25 novembre, e qui finiscono le informazioni certe.

Già, perché dopo un iniziale entusiasmo e i primi dati che affluivano per la felicità delle televisioni ad un certo punto della notte qualcosa è andato storto. L’ultimo aggiornamento è apparso su Internet verso l’1 e 30 della notte. Dai 3.982 seggi scrutinati sino a quell’ora sul totale dei 9.232 allestiti in tutta Italia, si è passati a 3.992. Poi il nulla. Nessun altro risultato. Sul sito www.primarieitaliabenecomune.it non è apparso più niente.

Non sono ancora noti né il dato finale sull’affluenza – 3.100.000, diceva ieri il comitato Bersani; 4.100.000, diceva ieri il comitato Renzi; altri parlano di una cifra in mezzo – né i dati finali sulle preferenze: gli ultimi dati ufficiali sono quelli diffusi alle 22 da Nico Stumpo, responsabile organizzativo del PD, e che si basavano su circa 3400 seggi. Sei ore dopo i seggi scrutinati erano 3990 seggi su 9232. Secondo questi dati, Bersani avrebbe il 44,33%, Renzi il 36,29%, Vendola il 15,21%, Puppato il 2,97%, Tabacci l’1,2%. Sempre stando ai dati parziali, Renzi sarebbe in vantaggio in cinque regioni (Toscana, Umbria, Marche, Piemonte e Valle D’Aosta), Bersani nelle restanti quindici. Nel corso della serata il comitato Bersani ha diffuso stime vedevano il segretario del PD avanti di dieci punti, mentre il comitato Renzi ne ha diffuse delle altre per cui il distacco sarebbe di quattro punti.

Il ballottaggio si voterà il 2 dicembre dalle 8 del mattino alle 8 di sera, negli stessi seggi del primo turno. Chi ha ottenuto entro il primo turno il certificato per votare, dovrà portarlo con sé e mostrarlo al seggio. Chi non ha votato al primo turno e vuole votare al ballottaggio potrà fare richiesta tra il 27 novembre e il primo dicembre, dicendo di essere stato impossibilitato a votare al primo turno (basta la dichiarazione, non servono certificati medici o cose del genere).

Adriano Frinchi

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.