Cultura

Presentata ai Cantieri culturali #LaTrattavia continua a Palermo

Questa mattina presso il centro sperimentale di cinematografia dei Cantieri Culturali alla Zisa, si è svolta la conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa “#LaTrattativa continua a Palermo”, rassegna di proiezioni gratuite del film “La Trattatva” di Sabina Guzzanti, destinate agli studenti delle scuole palermitane. L’iniziativa è stata promossa dal Comune di Palermo, in collaborazione con il movimento “Agende Rosse“.

“Volevo ringraziare le ‘Agende rosse’, Sabina Guzzanti, il Centro sperimentale di cinematografia e tutte le strutture comunali che hanno collaborato e, specialmente, le numerose scuole palermitane che proietteranno il film  – ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando -. “Per fortuna e, allo stesso tempo, purtroppo, la Trattativa Stato- mafia c’è stata. Perché, per molti anni, le istituzioni non hanno avuto bisogno di trattare con la mafia perché c’era una totale identificazione con la criminalità organizzata. Se c’è stata una trattativa, significa che, ad un certo punto, si è rotta questa identificazione. Il cammino di Palermo è quello della totale liberazione da questa identificazione. Liberazione da metodi e atteggiamenti mafiosi che vanno combattuti a tutti i livelli. L’unico modo per combattere la mafia è attraverso una lotta di popolo. Bisogna partire dai bambini, sono loro gli educatori della nostra società ed è per questo che noi abbiamo promosso le manifestazioni della città educativa. È con queste azioni concrete che noi siamo vicino ai magistrati e ci affianchiamo idealmente al loro difficile lavoro”.

“Non appena è uscito questo film è subito scomparso dalle sale. Solo a Palermo se ne è parlato sulla stampa. Nel resto d’Italia c’è stato un quasi totale silenzio stampa – ha spiegato Sabina Guzzanti, presente all’incontro con i giornalisti insieme ad Orlando ed a Simone Cappellani di “Agende rosse” – la gente non è andata a vederlo perché non lo ha saputo. Però è avvenuto un fatto straordinario che non ha precedenti nella storia del cinema italiano. I cittadini italiani hanno preso questo film e lo hanno cominciato a distribuire da soli. È commovente la reazione degli studenti che, a volte, faticano a credere che certe cose siano realmente accadute. Gli alunni sono attentissimi e motivati perché vogliono cambiare e migliorare questo Paese”.

“Ringrazio il Comune di Palermo per la sua sensibilità, il sindaco e gli assessori Evola e Cusumano e per il loro  appoggio a questa iniziativa – ha affermato Simone Cappellani delle ‘Agende rosse’ – perché non sempre abbiamo questa attenzione e sarebbe bello che ci fosse un interesse nazionale su queste importanti iniziative. L’Amministrazione ci è sempre stata vicino e per questo posso dire di essere fiero di essere palermitano perché, con questa iniziativa, la città dimostra di essere accanto ai magistrati palermitani. È chiaro che il film della Guzzanti, che è un’importante testimonianza su un momento delicato della vita del nostro Paese, è stato boicottato e che molti non volevano che i cittadini italiani sapessero la verità. Ma il passaparola degli italiani, la voglia di verità, hanno fatto sì che fosse proiettato 500 volte in molte scuole italiane”.

Le proiezioni del film si svolgeranno di mattina nella sala “De Seta” dei Cantieri, a partire da martedì 17 marzo, dove sono previsti anche dibattiti con magistrati, familiari di vittime di mafia, attori, scrittori, giornalisti, oltre a tour gratuiti presso il centro sperimentale di cinematografia dei Cantieri culturali.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.