Cultura

Premio Pulitzer 2013. Vince il romanzo sulla Corea del Nord

Copertina

Quest’anno il premio Pulitzer per la narrativa è stato assegnato a un romano sulla guerra nella Corea del Nord. Il romanzo, intitolato “Il signore degli orfani”, è dello scrittore americano Adam Johnson, insegnante di scrittura creativa alla Stanford University.

Questa la spiegazione della giuria in merito alla premiazione di Johnson: “Un romanzo concepito magnificamente che accompagna il lettore in un viaggio avventuroso nelle profondità della Corea del Nord totalitaria e negli spazi più intimi del cuore umano”.

Il romanzo, pubblicato in 12 paesi, ha già riscosso molto successo e molte critiche positive: è stato finalista del prestigioso National Book Critics Circle Award ed è stato selezionato tra i migliori romanzi del 2012 dal Wall Street Journal, The Washington Post, Amazon.com ed Entertainment Weekly. Merito della sua scottante attualità, in un periodo in cui il governo di Pyongyang minaccia di attaccare le basi americane.

Il libro di Johnson racconta di un ragazzino orfano, Pak Jun Do, che cresce in un orfanotrofio gestito dal padre e che poi finisce a prestare servizio per le autorità. Johnson ha visitato la Corea del Nord nel 2007. Jun Do diventa un rapitore professionista, costretto a destreggiarsi tra regole instabili, arbitraria violenza e richieste sconcertanti da parte dei suoi superiori per sopravvivere. L’amore per Sun Moon, attrice leggendaria, lo porterà a prendere in mano la sua vita, con un sorprendente colpo di scena.

Fra gli altri riconoscimenti assegnati dalla commissione Pulitzer, il New York Times ha ricevuto quattro premi per il giornalismo, fra cui quello per il giornalismo d’inchiesta.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.