CronacaPrimo Piano

Premio compasso d’oro

Ieri  17 ottobre, nella splendida cornice della sala conferenze progettata da Gae Aulenti a Palazzo Branciforte, il Presidente di ADI Sicilia Gianni Di Matteo ,  ci ha presentato i progetti  vincitori del Premio ADI Index che saranno Candidati al Famosissimo “Compasso D’Oro”  nell’ Edizione 2016.

Cos’è il premio Compasso D’oro? È il più alto riconoscimento all’eccellenza del Design Italiano   ed il più autorevole a livello mondiale, istituito nel  1954 da Gio Ponti che lo organizzò insieme ai grandi magazzini “La Rinascente”, ebbe ed ha lo scopo di mettere in evidenza il valore e la qualità dei prodotti del design italiano.

Un premio non solo ambito ma soprattutto un premio alla bellezza, ed è di questa “Bellezza” tutta siciliana che ieri si è parlato a  Palazzo Branciforti, questa Sicilia troppe volte bistrattata, dipinta dei colori meno brillanti, ieri ha avuto un meritato riconoscimento, l’essere incubatore di idee che hanno dell’eccellenza, idee espresse da giovani come Luca Brucculeri, Carmela Dacchille, Adriana Santanocito, Omar Amato, Vito Lucio Pavia, Daniela Brignone; da aziende come Caffè Morettino, Santa Barbara Hospital, MIND, Setmarine srl; da realtà come Addio Pizzo, Farm Cultural Park, N38E13.

Cosa accomuna tutti? L’essere caparbiamente convinti del valore delle proprie idee e del fatto che le stesse possono e devono nascere in Sicilia, tale convincimento ha finalmente avuto il più ampio riconoscimento nell’essere stati selezionati quali candidati al Compasso d’Oro.

Il vero problema della nostra terra non è la crisi economica ma la crisi culturale. è l’impoverimento culturale che produce grettezza politica, tale grettezza è il vero ostacolo alla crescita economica.

Quello che è stato evidenziato ieri dai relatori presenti alla manifestazione è che al di là dell’attuale crisi economica, fatto sicuramente contingente, esiste un’ azione positiva e una cura, questa cura sono i tanti giovani siciliani che attraverso idee semplici ma incisive sono pronti a spendersi per creare benessere e ricchezza all’interno della loro comunità.

Un esempio per tutti Adriana Santanocito ed Enrica Arena,  ideatrici di “Orange Fiber” (startup che sviluppa filati innovativi e vitaminici dagli agrumi), già insignite di altri prestigiosi premi tra questi risalta il premio Ideas4Change Award, primo contest per startup delle Nazioni Unite.

Quello che dobbiamo fare noi, in quanto cittadini membri di istituzioni culturali (Università , Accademie, Scuole, Associazioni socio culturali, è aiutare la Sicilia promuovendo la cultura, perché attraverso la crescita culturale è possibile fornire esempi da seguire che cambiano la “Cosa”,  lo dimostra il riconoscimento andato ad “Addio Pizzo”, a N38E13, a “Lisca Bianca”, a “Farm Cultural Park”, che ognuno per la loro parte operando nel sociale, hanno avviato il cambiamento ed il recupero.

La frase che più di tutte ieri è echeggiata forte e squillante a Palazzo Branciforti è stata “fermiamo l’esodo di tanti giovani e brillanti cervelli siciliani”.

Questo l’elenco completo dei 12 candidati al Compasso d’oro edizione 2016

Per ADI Design Index 2014

1. Design per il sociale: Farm Cultural Park, designer Farm Cultural Park;

2. Targa Giovani: Percorsi e Attraversamenti, tesi di laurea di Ugo Luca Brucculeri, relatore Cinzia Ferrara, Università degli Studi di Palermo, Facoltà di Architettura, corso di laurea in Disegno Industriale.

Per ADI Design Index 2015

1. Design per l’abitare: Crochet tiles, produttore MIND madeindesign, designer Peppino Lopez;

2. Design per la comunicazione: Edizioni Precarie, committente Edizioni Precarie, designer Carmela Dacchille;

3. I-Design, committente Nike srl, designer Daniela Brignone;

4. Santa Barbara Hospital, committente Santa Barbara Hospital, designer Gaetano Licata, Michele Maria Cammarata;

5. Food Design: Espresso al quadrato, produttore Caffè Morettino, designer Paolo Barichella;

6. Design dei materiali e dei sistemi tecnologici: Urban Design for Tile, produttore Sgarlata Emanuele & c. s.n.c., designer Andrea Branciforti;

7. Design per la mobilità: Setmarine 625 sail, committente Setmarine srl, designer Toni Punzio, Ilenia indaco;

8. Ricerca per l’impresa: Orange Fiber, committente Orange Fiber s.r.l., designer Adriana Santanocito, Omar Amato;

9. Design dei servizi: N38E13, committente N38E13, designer N38E13 aps;

10. Design per il sociale: Lisca Bianca, committente Lisca Bianca, designer Vito Lucio Pavia.

Sono intervenuti :

oltre a Gianni Di Matteo, presidente di Adi Sicilia;

Viviana Trapani, coordinatore Corso di Laurea in Disegno Industriale dell’Università degli Studi di Palermo;

Umberto La Commare, delegato del Rettore per le attività di incubazione d’impresa e Presidente del Consorzio Arca;

Daniela Brignone, curatrice di I-design;

Fausto Gristina e Pico Di Trapani, associazione Comitato Addio Pizzo,

Premio dei Premi (Presidenza della Repubblica) e menzione compasso d’oro 2014.

Nell’ambito della stessa manifestazione è intervenuto un altro grande imprenditore catanese Tito D’Emilio, Compasso d’Oro alla carriera 2008.

                                                                                                          Gianfranco G. Badami

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.